Arriva da Singapore, è elettrica e ha un numero spropositato di cavalli. Vanda Electrics mostra per la prima volta la sua incredibile hypercar a zero emissioni. La Dendrobium debutta ufficialmente al Salone di Ginevra 2017 e propone una nuova era per il brand asiatico, che fino ad ora si è sempre occupato di scooter e minivan elettrici. La super sportiva vanta un ottimo pacchetto tecnico sviluppato insieme ad eccellenze del mondo automotive, tra cui Williams Advanced Engineering. L'anteprima di Ginevra servirà a Vanda Electrics per valutare la fattibilità del progetto ed eventualmente avviare la produzione in serie già nel 2020.

Aerodinamica spettacolare.

Il nome Dendrobium identifica un'orchidea tipica di Singapore. Il design della vettura si basa appunto su questo fiore e l'apertura di portiere e cofano fa apparire la vettura come un'orchidea appena sbocciata. La carrozzeria è stata plasmata dal pacchetto aerodinamico studiato con Williams Advanced Engineering. Lo splitter anteriore è di chiara derivazione racing, allo stesso modo del doppio diffusore posteriore. Per massimizzare la resa si è deciso di lasciare "nude" parti del telaio, come le 4 sospensioni a doppio braccio oscillante. Le ampie ruote misurano 20 pollici all'anteriore e 21 pollici al posteriore.

Telaio leggero.

in foto: Dendrobium Concept.

Le vetture elettriche sono soggette ad un grosso handicap: le batterie risultano abbastanza ingombranti e pesanti. Una supercar deve essere necessariamente leggera e la Dendrobium fa largo utilizzo della fibra di carbonio per i pannelli della carrozzeria. Il telaio monoscocca è in materiale composito e l'impianto frenante utilizza pinze in lega leggera e dischi carboceramici. Anche l'abitacolo è stato ottimizzato per ridurre i pesi, i sedili e numerosi elementi interni sono completamente in fibra di carbonio a vista. I rivestimenti si basano sul cuoio di alta qualità realizzato dalla scozzese Bridge of Weir Leather Company. L'ambiente è dominato dal nero, che trova come unico contrasto il rosso del sedile guidatore. Il lavoro svolto dagli ingegneri Vanda Electrics permette di fermare l'ago della bilancia a 1.750 Kg.

Quattro motori elettrici.

Dendrobiumin foto: La Dendrobium è stata sviluppata insieme a Williams.

Il pacchetto meccanico della Dendrobium nasce per dare una forte scossa al segmento supercar. La vettura monta 4 motori elettrici, uno per ogni ruota, con una potenza complessiva di 1.500 CV a zero emissioni. Le due unità anteriori utilizzano una trasmissione a marcia singola mentre al retrotreno è presente un cambio a più rapporti con differenziale. L'aerodinamica gioca un ruolo fondamentale e l'inteso lavoro per la riduzione dei pesi permettono di ottenere il massimo dai 4 motori: la Dendrobium scatta da 0 a 100 Km/h in 2,7 secondi e riesce a toccare una velocità di punta superiore a 320 Km/h.