Dopo essersi preso la scena nella prima sessione di prove libere, Lewis Hamilton concede il bis anche nella seconda mettendo la firma sull'intero venerdì del Gran Premio d'Austria: una prestazione, quella del pilota della Mercedes, a cui nessuno è riuscito a rispondere anche se, nel pomeriggio, i distacchi dai rivali sono diminuiti.

in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

L'inglese è stato il più veloce sulla pista di casa della Red Bull chiudendo il suo miglior giro in 1:05.483, ma ha accusato un piccolo problema verso la fine della sessione che lo ha costretto al box. Alle sue spalle risale la Ferrari di Sebastian Vettel: il tedesco della Rossa, dopo una prima sessione in chiaroscuro, decide di montare le Ultrasoft e si prende la seconda piazza, distante poco più di un decimo dal rivale nella corsa al titolo. Il duello tra i due, dopo lo scontro di Baku, si rinnova anche in Austria, saranno ancora loro i protagonisti di questo weekend. Per un ruolo da protagonista sembra candidarsi anche Valtteri Bottas; il finlandese della Mercedes fa segnare il terzo tempo e si conferma competitivo anche nel passo gara.

Raikkonen indietro, Alonso chiude tra i primi 10.

Ai piedi della top 3 risale la Red Bull di Max Verstappen, bravo a mettersi alle spalle il compagno di squadra Daniel Ricciardo, nonostante sia stato frenato ancora una volta a inizio sessione da un problema alla sua RB13. Deve accontentarsi, invece, del 6° posto Kimi Raikkonen che paga 6 decimi da Lewis Hamilton: il pilota della Rossa non è riuscito a mettere a referto un giro che gli consentisse di piazzarsi tra i primi e anche sul passo gara sembra accusare qualcosa rispetto al compagno di squadra. Dietro il finnico del Cavallino risale Kevin Magnussen che può contare sul nuovo motore evoluto e Fernando Alonso, bravo a portare la McLaren ancora una volta nella top ten dopo la sessione mattutina. A chiudere la top ten ci sono poi Nico Hulkenberg, su Renault, e Romain Grosjean che completa la doppietta per il team Haas.