Un sorriso in compagnia di un caro amico, una bella giornata di sole e davanti a sé chilometri d'asfalto da "macinare" con la sua bicicletta da corsa. Prima di andare incontro al terribile incidente stradale che lo ha coinvolto sulla Riccione-Tavoleto, Nicky Hayden ha fermato l'attimo prima della partenza del suo allenamento con l'immancabile selfie. Una fotografia scattata dall'amico Denis Pazzaglini, definito dall'americano "il sindaco di Misano", e postata subito sul suo profilo Instagram da 380mila follower. Un selfie che ha raggiunto migliaia di persone e generato un fiume di messaggi di solidarietà e di affetto nei confronti del pilota americano. "Forza campione! Non mollare ora! È la tua gara più importante", "Tutto il mondo ti è accanto. Sii forte"…in tanti hanno voluto virtualmente stare accanto a "Kentucky Kid" in queste ore d'angoscia.

Le ultime da Cesena e le parole di Valentino.

Direttamente dall'ospedale di Cesena, dove è ricoverato in prognosi riservata, è arrivata intanto la testimonianza del collega Alberto Porta di Mediaset, dopo l'ultimo bollettino medico delle 17: "Il trauma cranico è grave, ma c'è una piccola attività cerebrale". Una piccola speranza alla quale si stanno aggrappando tutti: tifosi e familiari. La sorella Kathleen, attraverso il suo account Twitter, ha anche lei nel frattempo inviato il suo sostegno al pilota americano: "Mio fratello è un combattente". Nonostante le ultime notizie, le condizioni cliniche di Nicky Hayden restano estremamente gravi.

Come dichiarato dai medici, il pilota ha riportato un grave politrauma con conseguente gravissimo danno cerebrale. Dopo la conferenza stampa di Le Mans dei piloti della MotoGp, anche Valentino Rossi ha preso la parola: "Ho parlato con un dottore che conosco e mi ha detto che la situazione è apparsa complicata fin dal primo momento. Nicky è un gran pilota e un grande amico, sempre con il sorriso. È una situazione difficile, ma si può solo sperare per il meglio".