Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis – Foto Twitter
in foto: Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis – Foto Twitter

Non c'è gloria per Fernando Alonso: il pilota della McLaren, impegnato nella 500 Miglia di Indianapolis, è stato tradito ancora una volta dal motore Honda, andato in fumo a 20 giri dalla fine . A vincere l'edizione 101 della gara più famosa del mondo è stato Takuma Sato, un passato in Formula 1, che diventa così il primo orientale a trionfare nel catino americano.

Eppure la gara dell'ex ferrarista era stata positiva: partito dalla quinta posizione, Alonso aveva perso alcune posizioni, rimontando fino a tornare tra i primi rimanendoci per gran parte della gara e arrivando addirittura davanti dopo il primo pit stop. Poi, al giro 181, il sorpasso ai danni di Hildebrand e la rottura del propulsore della sua Dallara-Honda che lo tolto dalla contesa. Ancora una volta lo spagnolo paga la mancanza di affidabilità della casa nipponica. Nonostante il ritiro, però, il pubblico americano ha dimostrato di aver apprezzato le doti dell'asturiano tributandogli una standing ovation al momento della sua uscita dall'abitacolo.

Lo spagnolo: "Peccato per il ritiro, è stata una grande esperienza"

Un'altra delusione, dunque, per il pilota della McLaren, che ora, dopo essere stato sostituito da Jenson Button a Monaco, potrà riprendere il suo posto in Formula 1. "Ho capito subito che il motore si era rotto; ha grippato e ho tirato immediatamente la frizione. Ho visto anche il fumo uscire dal retrotreno e ho capito che era tutto finito. E' davvero un gran peccato. Penso proprio meritassimo di finire la corsa per come l'avevo condotta. E' stata una grande esperienza. Mi piacerebbe tornare per correre di nuovo la 500 Miglia di Indianapolis. Chiaro, ora è troppo presto per fare certi tipi di progetti e discorsi, ho appena finito la corsa. Ma se tornerò saprò sicuramente molto di più perché ho già affrontato tante cose qui, saprò cosa aspettarmi. Mi sono divertito molto. Grazie al team, grazie ai tifosi. Questa è stata una delle più belle esperienze di tutta la mia carriera" ha dichiarato a fine corsa Fernando Alonso. Lo spagnolo, nonostante il ritiro, è già pronto a nuove sfide: adesso c'è la Formula 1, ma il grande obiettivo di conquistare la Tripla Corona è solo rimandato.