Uno dei piloti più famosi e leggendari delle due ruote ci ha lasciato, Geoff Duke si è spento all’età di 92 anni. Sei volte iridato del mondiale e grande avversario di Umberto Masetti, considerato il primo grande pioniere delle due ruote. Tre volte campione del mondo con la Norton con cui esordi nel mondiale nel 1950 dopo essersi fatto notare per la vittoria al TT nel 1949, colse i primi due allori iridati nel 1951, con la doppietta 350cc e 500cc, confermandosi nell’anno successivo in 350cc. Quindi i tre allori iridati con la Gilera, tra il 1953 e il 1955 che legarono indissolubilmente il suo nome a quello della casa italiana.

Nel suo palmares le sei vittorie al Tourist Trophy dell’Isola di Man, la prima nel 1949, l’ultima nel 1955, dove per i suoi meriti sportivi gli è stato intitolato un tratto del mitico Mountain Course. Nel 1953 gli venne insignito anche il titolo di Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico e nel 2002 la Fim lo aveva nominato ufficialmente Leggenda del Motomondiale.

Ritiratosi dall’attività agonistica nel 1959, fu uno dei primi piloti a indossare la tuta da moto in pista. Soprannominato il Duca di ferro, in riferimento al Duca di Bretagna Geoffrey II, si è spento ieri nella casa di riposo a Elder Grange, sull’Isola di Man (In foto, Geoff Duke con Marco Simoncelli alla celebrazione dei 100 anni di storia Gilera all’Autodromo internazionale di Monza).