Fernando Alonso , 37 anni / Toyota Gazoo Racing Wec
in foto: Fernando Alonso , 37 anni / Toyota Gazoo Racing Wec

Fernando Alonso lascia la Formula 1 perché l’azione in pista non è più la stessa. Il pilota della McLaren torna sulle ragioni che lo hanno spinto a prendere la decisione di abbandonare il Circus a fine stagione, usando parole inequivocabili.

"F1 troppo scontata"

Mi sono fermato perché l'azione in pista a mio parere è molto scarsadice Alonso nella conferenza stampa della 6 Ore di Silverstone – Non è più quella che sognavo quando sono arrivato in Formula 1. Nel 2003, 2004, 2008, 2009 e 2011 non ho vinto molte gare, ma era difficile prevedere cosa sarebbe potuto accadere a Spa e a Monza, mentre ora puoi già scrivere le prime quindici posizioni con forse uno o due errori”. Sassolino dalla scarpa per lo spagnolo, entrato poi nel dettaglio. “In F1 in realtà si parla maggiormente di quanto accade fuori dalla pista, come polemiche e team radio ed è un brutto segno. Penso che ci siano altre categorie che forse offrono più gioia, felicità e un'azione migliore ed è quello che sto cercando di trovare”.

Test in IndyCar a settembre

Nuove sfide che, nel caso di Alonso, non possono non avere come primo obiettivo il massimo risultato, come del resto sta già accadendo nel mondiale endurance dove, alla vigilia della tappa inglese di questo weekend, la Toyota TS050 Hybrid numero 8 di Alonso, Buemi e Nakajima è in testa al campionato con la doppietta 6 Ore di Spa e 24 Ore di Le Mans. Vittoria, quest’ultima, che avvicina Alonso alla Tripla Corona, il filotto che mette insieme il successo nella classica francese, quello nel Gp di Montecarlo di Formula 1 (o in alternativa il titolo di campione del mondo di Formula 1) e, la vittoria nella 500 Miglia di Indianapolis.

Unico tassello mancante, quello della Indy500, che potrebbe portare Alonso ad anticipare i tempi di un test in IndyCar. Secondo Motorsport.com, nella fitta agenda di impegni, il campione spagnolo avrebbe trovato posto anche per un test con una vettura con aerodinamica 2018 nei giorni successivi al Gp di Monza di Formula 1. “Credo ci sia l’opportunità di provare – ha ammesso lo spagnolo – Negli ultimi giorni siamo riusciti a mettere insieme qualcosa, quindi vedremo cosa succederà”. Indiscrezioni che non sono più solo ipotesi parlano di un progetto che dovrebbe coinvolgere il team Andretti Autosport in partnership con la McLaren, ma anche il team Harding al debutto in questa stagione con una sola monoposto. Il test sarebbe programmato al Barber Motorsports di Birmingham, in Alabama, il prossimo 5 settembre.