climatizzatore-fiat-500-l
in foto: Il climatizzatore aiuta a combattere il caldo estivo.

In estate, complici le alte temperature e le belle giornate, i viaggi e gli spostamenti in auto – soprattutto verso  le mete turistiche – aumentano portando gli automobilisti a percorrere più chilometri rispetto al solito. Il caldo, però, può condizionare le prestazioni al volante abbassando la soglia di attenzione, portando a disidratazione e aumentando il rischio di incidenti, ma per evitare tutto ciò può recitare un ruolo fondamentale un corretto uso dell'aria condizionata, una valida alleata nei lunghi viaggi estivi.

Ecco come utilizzare al meglio l'aria condizionata in auto

Il primo mito da sfatare è quello legato al fatto che l'aria condizionata faccia male; non è assolutamente vero, ma è bene utilizzare alcune accortezze per usarla nel miglior modo possibile. Innanzitutto bisognerebbe sempre evitare di dirigere le bocchette dell'aria verso noi stessi, ma anzi puntarle verso la zona alta dell'abitacolo in modo da non ricevere il getto d'aria direttamente addosso, ma godere comunque della sensazione di refrigerio data dall'utilizzo del climatizzatore. Altro consiglio prezioso è quello di non salire a bordo dell'auto, dopo una lunga sosta sotto il sole, accendendo subito al massimo l'impianto: cercare di abbassare la temperatura del veicolo solo con l'aria condizionata è sbagliato e mette a dura prova il sistema. In questo caso meglio aprire il finestrino per far uscire l'aria calda guidando per un paio di minuti in questo modo e poi accendere il condizionatore senza inserire la funziona "ricircolo dell'aria".

Importante, inoltre, evitare sbalzi climatici troppo bruschi tra l'interno e l'esterno dell'abitacolo: la differenza di temperatura tra i due ambienti, infatti, dovrebbe essere compresa tra i 5 e gli 8 gradi e in generale mai sotto i 22 gradi evitando non solo grandi sbalzi di temperatura una volta scesi dalla vettura, ma anche riducendo i consumi. Molto importante, infine, è come sempre la manutenzione che serve per tenere nello stato ottimale il sistema d'aria condizionata del veicolo; una macchina con un filtro dell'aria condizionata intasato, infatti, porta a uno scarso rendimento e di conseguenza a minore freschezza nell'abitacolo. E' bene, quindi, sostituire il filtro ogni 15-20 mila chilometri stando attenti anche alla ricaricare del condizionatore stesso che serve a ripristinare la quantità di gas refrigerante che serve per raffreddare l'auto.