La F2001 di Michael Schumacher – Getty images
in foto: La F2001 di Michael Schumacher – Getty images

Un pezzo di storia della Formula 1, un'opera d'arte per tutti gli appassionati del genere: la F2001, la vettura con cui Michael Schumacher conquistò il suo quarto titolo mondiale, il secondo con la scuderia di Maranello, è considerata come una delle vetture più iconiche mai scese in pista. Tanti i record messi a segno dal pilota tedesco con la Rossa, ma quello fatto segnare a New York è sicuramente uno dei più prestigiosi.

E' la cifra più alta mai sborsata per una vettura di Formula 1

La Ferrari F2001, infatti, è stata venduta, nel corso della Sotheby’s Contemporary Art Evening Sale, per la cifra record di 7,5 milioni di dollari; è la cifra più alta mai sborsata per una modera vettura di Formula 1. La monoposto, con telaio 211, è la stessa che permise a Schumacher di vincere il Gran Premio di Montecarlo e altre otto gare permettendo al tedesco di laurearsi campione del mondo con il doppio dei punti rispetto al suo avversario, David Coulthard: un vero e proprio oggetto di culto per tifosi e appassionati del genere, capace di far emozionare nonostante siano passati ben 16 anni da quei trionfi.

Il ricavato della vendita, la cui quotazione partiva da circa 4 milioni, andrà in parte alla Michael Schumacher’s Keep Fighting Foundation, l'associazione creata da famigliari del campione dopo l'incidente sulle nevi di Meribel e che aiuta le persone in difficoltà supportandole nel processo di ricostruzione della propria vita. La vettura faceva parte di un lotto di opere d'arte che ha fruttato ben 310 milioni di dollari: una scelta non casuale, quella di inserire la Ferrari di Schumacher tra i grandi capolavori del nostro tempo, visto che la monoposto è tra le più significative e preziose auto da corsa di ogni collezione a livello mondiale. Un riconoscimento alle imprese del campione tedesco, capace di scrivere non solo la storia della Formula 1, dove detiene ancora la maggior parte dei record, ma anche quella dell'arte.