Le targhe verdi di San Marino
in foto: Le targhe verdi di San Marino

I veicoli elettrici rappresentano ormai una realtà nel panorama motoristico internazionale che sta prendendo sempre più piedi; mentre, però, alcuni stati come la Norvegia, ad esempio, sembrano già aver puntato con decisione su questo tipo di vetture da parecchi anni altri, come l'Italia, devono ancora mettersi in pari.

A San Marino arrivano le targhe verdi per le auto elettriche

Tra coloro che stanno già lavorando in maniera importante sui veicoli ad alimentazione alternativa c'è anche la Repubblica di San Marino: qui, oltre agli incentivi per lo sviluppo delle auto elettriche, è prevista anche una novità importante come le targhe verdi. Queste, infatti, saranno destinate a tutte le auto a "zero emissioni" rendendole così riconoscibili anche dai meno esperti; ogni categoria di veicolo avrà la propria in tre diversi formati per autoveicoli (auto, autocarri, autobus), motoveicoli e ciclomotori. Le nuove auto green riceveranno direttamente la targa verde mentre i veicoli già circolanti potranno chiedere di cambiarla rivolgendosi al competente Ufficio registro automezzi e trasporti. Attualmente i veicoli elettrici immatricolati a San Marino sono 68, di cui 28 solo nello scorso anno.

Un passo in avanti importante quello della Repubblica di San Marino che, come reso noto dal segretario di stato per l’Istruzione, la Cultura e i rapporti con l’Aass, Marco Podeschi, rappresenta solo la punta dell'iceberg per quanto concerne le auto elettriche: "Le targhe verdi sono l’aspetto ancora più visibile del progetto E-Way, che conta oltre 20 colonnine di ricarica pubbliche e importanti sgravi per chi decide di acquistare veicoli a zero emissioni. Con le nuove targhe si dà visibilità ulteriore ai mezzi ecologici. Così sarà ancora più facile vedere se nei parcheggi dotati di colonnina per la ricarica c’è un veicolo elettrico al 100%" sono state le sue parole. Un'iniziativa, quella dell'amministrazione sanmarinese, che potrebbe presto essere copiata non solo dall'Italia, ma anche da altre nazioni.