Auto elettriche
in foto: Auto elettriche

La mobilità elettrica, nonostante l'introduzione da parte del Governo degli incentivi sull'acquisto delle vetture a basse emissioni, deve ancora fare molti passi in avanti in Italia, almeno rispetto al resto d'Europa: il nostro paese, infatti, è agli ultimi posti nelle classifica europa che vede la Norvegia in testa. La diffusione delle auto elettriche, però, non passo solo dagli incentivi, ma anche dalla creazione di colonnine di ricarica pubbliche, ma anche parcheggi, normative, agevolazioni fiscali.

Milano la città più "elettrica" davanti a Torino e Bologna

A rendere noto il livello di sviluppo delle vetture "green" ci ha pensato una classifica stilata dal sito "Alla Carica. Generation Electricity", sostenuto da un bando del Ministero dell'Ambiente per l'informazione e la sensibilizzazione dei millennials sulle smart city, che reso noto come sia Milano la città più virtuosa dal punto di vista elettrico. Il capoluogo lombardo, infatti,  è quello che ha attivato il maggior numero di strumenti e opzioni per la mobilità elettrica. L'auto elettrica privata è ferma a quota 811 – al 31 dicembre 2017 – e le colonnine di ricarica sono solo 32, ma il progetto del Comune è di fare un salto e installarne un migliaio entro il prossimo anno. Dietro Milano c'è Torino che offre agevolazioni su Ztl e parcheggi per chi possiede auto elettriche o ibride e 303 colonnine di ricarica, che diventeranno 564 entro il prossimo dicembre mentre a completare il podio c'è Bologna che può vantare il primato delle ibride con 4273 esemplari su un totale di oltre 200mila veicoli circolanti.

Auto elettriche in ricarica
in foto: Auto elettriche in ricarica

A seguire, poi, ci sono tutte le altre con Genova, dove la flotta privata ibrida a quota 1.965, 50 colonnine e 34 taxi ibridi davanti a Firenze che spicca per il numero di mezzi elettrici in rapporto alla popolazione: 4mila di cui 85 comunali e 72 taxi. Non benissimo, invece, Roma dove a dicembre 2017 c'erano 2.400 auto elettriche circolanti ma appena 120 colonnine di ricarica mentre numeri bassi fa registrare Napoli che però almeno spicca per le politiche di incentivo con sgravi fiscali per chi decide di acquistare una elettrica e agevolazioni sulla zne ZTL e parcheggi per chi si converte all'ibrido.