Italiani sempre più orientati verso la tecnologia e i sistemi di assistenza alla guida: lo rivela la nuova indagine pubblicata da DriveK, leader in Europa per la scelta e la configurazione di auto nuove, secondo la quale, in fase di scelta del veicolo, il 29% del automobilisti inserisce i sistemi di assistenza al parcheggio tra gli optional irrinunciabili.

In calo navigatore integrato e vernice metallizzata

Secondo l’analisi, un terzo del campione intervistato richiede il park control a fronte del 25% che non rinuncia, invece, alla comodità del navigatore integrato. Percentuale, quest’ultima, dimezzata rispetto a un anno fa, quando un acquirente su due aveva inserito il dispositivo nel preventivo. In terza posizione, richiesto dal 21% degli automobilisti, il sistema di antifurto. In sensibile calo anche la vernice metallizzata, scelta dal 17% degli intervistati.

Quanto alla tecnologia, i sistemi di connessione degli smartphone Apple CarPlay e Android Auto sono richiesti dal 13% di coloro che vorrebbero acquistare un’auto nuova. Seguono, a breve distanza, le videocamere posteriori per la retromarcia e il climatizzatore automatico. Il 10% del campione non rinuncia al cruise control, spesso abbinato a un safety pack più completo, che comprende anche il controllo del mantenimento della corsia e un sistema anti-collisione con frenata d’emergenza automatica.

“I dati emersi dall’indagine – dichiara Tommaso Carboni, Country Manager per l’Italia di MotorK, società proprietaria del portale DriveK – disegnano un ritratto piuttosto chiaro degli automobilisti che cercano un’auto nuova: la tecnologia ha ormai un ruolo preminente e nel futuro assisteremo a un incremento della richiesta di tutti quegli optional come i cosiddetti ADAS, che garantiscono una combinazione di sicurezza e comfort di guida. Se non è detto che questi optional verranno effettivamente acquistati, perché possono incidere in maniera determinante sul prezzo finale – la scelta degli optional pesa solitamente circa il 15% del costo dell’auto – la tendenza in atto vede le case produttrici assimilare nell’assetto di serie moltissimi di questi accessori, ormai indispensabili per una guida piacevole e sicura”.