Torino perde il suo Salone. La sesta edizione del Salone dell'Auto Parco Valentino si svolgerà in Lombardia dal 17 al 21 giugno 2020. Lo annuncia una nota degli organizzatori: “Seguendo la nostra vocazione innovativa – spiega il presidente Andrea Levy – abbiamo scelto per il 2020 di organizzare la sesta edizione in Lombardia in collaborazione con Aci. Sarà un grande evento internazionale, all'aperto e con una spettacolare inaugurazione dinamica a Milano nella giornata di mercoledì 10 giugno 2020”. Poi il ringraziamento alla città di Torino: “Ringraziamo la città di Torino per aver collaborato in questi cinque anni alla creazione di un evento di grande successo, capace di accendere sulla città i riflettori internazionali”.

La notizia del trasferimento del Salone dell’Auto Parco Valentino ha ripercussioni sul mondo della politica, con la sindaca di Torino, Chiara Appendino che si dichiara “furiosa” per la decisione “dopo 5 edizioni di successo”. La stessa Appendino ha aggiunto: “Senza sottrarmi alle mie responsabilità, mi riservo qualche giorno per le valutazioni politiche del caso”. Durissima la reazione del neo presidente della regione, Alberto Cirio: “È un’altra doccia fredda, perché Torino non può continuare a perdere tutto quello che è stato costruito con anni di lavoro e fatica dai suoi cittadini, dalle istituzioni e da tutto il sistema produttivo e territoriale. Se c’è anche solo una possibilità di mantenere un legame con il Salone dell’Auto ci lavoreremo”.

54 marchi automobilistici, 700 mila visitatori e oltre 2000 vetture che hanno sfilato nel centro città: questi i numeri del Salone dell’Auto Parco Valentino che cambia quindi spazi e denominazione. I dettagli del nuovo progetto e il nuovo logo saranno svelati a settembre, in una conferenza congiunta con le amministrazioni dei comuni coinvolti. Protagoniste resteranno le vetture che si concederanno una passerella milanese, nel pieno concetto en plein air di cui il Salone al Valentino è stato pioniere in questi anni, ispirando i grandi Saloni internazionali di Ginevra, Parigi e Detroit.