9 Dicembre 2009
17:17

Barclays: sopravvalutazione della Fiat dopo gli ecoincentivi

Dalla banca internazionale Barclays arriva un giudizio negativo sulla Fiat: finiti gli ecoincentivi si evidenzierà una sovrapproduzione.
A cura di Danilo Massa

Non tutto sarà facile come si narra. Questo l'avvertimento della Barclays, che per il 2010 avverte che si aprirà "la guerra dei prezzi post-incentivi". In particolare la nota banca stila una sorta di classifica delle cause automobilistiche e del loro futuro. Tutto si giocherà nel momento in cui, terminata l'epoca dei finanziamenti di stato, i singoli produttori dovranno semplicemente vedersela con il mercato, facendo gareggiare le proprie qualità e la concorrenzialità dei propri prezzi.

Altro che fine della crisi, allora. Quanto più ci si avvicinerà ad una normalizzazione delle politiche economiche dei governi, tanto più verranno alla luce le effettive percezioni dei consumatori sui singoli marchi automobilistici. E dunque, ricorda ancora la Barclays, si capirà finalmente che l'alleanza del Lingotto con la Chrysler è stata decisamente sopravvalutata. Insomma, l'offerta di vetture della Fiat sopravanzerebbe decisamente la domanda.

La sentenza negativa emessa contro la Fiat-Chrysler è accompagnata da un medesimo giudizio sul conto della Daimler. Porsche, PSA (Peugeot e Citroen) e Volkswagen si troverebbero nel limbo delle case "neutral", mentre il paradiso andrebbe solo a BMW e Renault.

Il fuorionda nello studio di DAZN dopo Milan-Spezia: “Sì, attacchiamo gli arbitri”
Il fuorionda nello studio di DAZN dopo Milan-Spezia: “Sì, attacchiamo gli arbitri”
Si risveglia dal coma dopo un'apparizione: "Era Marco Simoncelli, ma non sapevo chi fosse"
Si risveglia dal coma dopo un'apparizione: "Era Marco Simoncelli, ma non sapevo chi fosse"
Bonucci graziato dopo l’aggressione a Mozzillo: solo una multa (e punita anche l’Inter)
Bonucci graziato dopo l’aggressione a Mozzillo: solo una multa (e punita anche l’Inter)
45 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni