Con l'estate troppo spesso si verificano gravi episodi di bambini lasciati in auto, sotto il sole, rischiando un colpo di calore e trovando, nella peggiore delle ipotesi, la morte. Un fenomeno preoccupante quello dei bimbi dimenticati in auto da soli tanto che la Cassazione è intervenuta per stabilire che lasciare un bambino in auto ermeticamente chiusa, esposta al sole nelle ore centrali della giornata e senza alcuna forma di riparo, anche solo per andare a fare la spesa, è un reato.

Lasciare un bambino sotto il sole è un reato

La sentenza che lo stabilisce è la 27705/2018 con la quale i giudici si sono pronunciati in merito al caso di una donna condannata per abbandono di minori, che mentre si recava a fare la spesa, aveva lasciato la figlia di 23 mesi sola all'interno della propria vettura, parcheggiata con i vetri alzati e gli sportelli chiusi. L'imputata sosteneva di essere innocente e la difesa era convinta che non sarebbe stato violato neanche il dovere di custodia essendosi la donna assicurata di aver ben posizionato la figlia sul suo seggiolino, di avere riscontrato che dormisse e di aver chiuso le portiere per impedire eventuali intrusioni di terzi evitando così di esporla a una situazione di pericolo.

Una tesi che non ha convinto la Corte di Cassazione in quanto proprio il fatto di lasciare sola una bimba in un'auto chiusa ermeticamente, con le cinture allacciate e sotto l'esposizione dei raggi solari nelle ore più calde del giorno, costituisce un pericolo per la salute della bambina esposta agli effetti negativi del progressivo surriscaldamento dell'abitacolo, anche e soprattutto tenuto conto della sua tenera età e della durata dell'assenza della madre. Lasciare un bambino in auto, quindi, soprattutto d'estate e sotto il sole, oltre che un comportamento irresponsabile, è anche un reato, come ribadito dalla Corte di Cassazione che ha respinto il ricorso della donna