Due successi, a Spa e Monza, entrambi targati Charles Leclerc per togliere quel fastidioso zero dalla casella vittorie e provare a riaprire un mondiale di Formula 1 che sembra ormai nelle mani della Mercedes. Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, però, è convinto che il 2019 riserverà altre gioie al team di Maranello: "Ci saranno gare come in Germania, in Canada, in Bahrain, nelle quali possiamo essere competitivi, e gare in cui i punti deboli della nostra auto non ci daranno la possibilità di vincere, ma è difficile dire quali" ha dichiarato come riportato da Autosport.

Mattia Binotto – LaPresse
in foto: Mattia Binotto – LaPresse

La Ferrari, dopo la doppietta di Leclerc – capace di eguagliare Michael Schumacher che nel 1996 portò a casa la vittoria a Spa e Monza, ultimo a riuscirci con la Rossa – sembra aver ritrovato il sorriso; vincere aiuta a vincere e proprio per questo il team principal della scuderia italiana non vuole accontentarsi fissando già il prossimo obiettivo:

Per noi è importante non sprecare altre occasioni come successo nella prima parte della stagione e il fatto che abbiamo capitalizzato i punti di forza della nostra auto in queste due gare ci rende molto felici – ha sottolineato -.  Dobbiamo continuare a sviluppare l'auto, cercando di ottenere il miglior equilibrio e offrire ai nostri piloti le migliori opportunità ogni volta che arrivano. Ci sono piste come Singapore, ad esempio, in cui forse il motore non è così importante; stiamo lavorando per aggiungere carico aerodinamico e forse ci saranno alcuni nuovi pezzi. Il pacchetto a basso carico aerodinamico che abbiamo portato ha dimostrato di essere buono per l'alta velocità.

La Ferrari, quindi, non vuole limitarsi a concludere la stagione 2019 con due vittorie sulle piste che, sulla carta, la vedevano favorita, ma l'obiettivo è quello di essere competitivi anche su altri tipi di tracciati cercando di cogliere tutte le occasioni possibili a cominciare già dalla prossima gara di Singapore, una pista sulla quale, però, sarà difficile replicare quanto fatto a Spa e Monza. Binotto è convinto di poter continuare a stupire incrementando il bottino di vittorie complicando il cammino della Mercedes verso l'ennesimo titolo iridato.