Raikkonen insieme e Greenwood – Getty images
in foto: Raikkonen insieme e Greenwood – Getty images

La pausa invernale porta sempre cambiamenti nel mondo della Formula 1: quest'anno, con un mercato piloti quasi fermo in cui l'unica incognita è rappresentata dalla Williams che ancora non ha sciolto i dubbi su chi, tra Sirotkin e Kubica, prenderà il posto lasciato libero da Felipe Massa, sono gli ingegneri, coloro che solitamente sono abituati a stare dietro le quinte, a movimentare la sessione invernale.

Greenwood saluta, al suo posto Matassa?

Il presidente Marchionne, qualche tempo fa, aveva annunciato qualche cambiamento in seno alla Ferrari; una normale gestione degli uomini e di ristrutturazione della Gestione Sportiva che sta facendo vedere i primi segni. Un'uscita importante è quella di Dave Greenwood, l'ingegnere di pista di Kimi Raikkonen che ha salutato la scuderia italiana dopo tre anni. Il suo possibile prossimo approdo potrebbe essere in Manor, per seguire il programma nel WEC della squadra con la Ginetta nella Classe dei privati in LMP1, come riportato da Motorsport.com. Al suo posto potrebbe arrivare Marco Matassa, apprezzato ingegnere di pista della Toro Rosso, che ha deciso di lasciare la squadra di Faenza per il Cavallino. Potrebbe essere proprio lui a seguire il finlandese in quello che dovrebbe essere il suo ultimo anno con la Rossa, ma non è escluso un suo impiego nella Ferrari Driver Academy vista la sua esperienza maturata con i giovani.

Ioverno non sarà più al box

Un'altra figura destinata a lasciare il muretto box è quella di Diego Ioverno: dopo poco più di un anno nel ruolo di direttore sportivo, funzione che aveva aggiunto a quella che già da anni ricopriva di responsabile dell'assemblaggio del veicolo e delle operazioni di pista, non seguirà più la squadra sui circuiti ma dovrebbe essere destinato ad un altro ruolo all'interno del Reparto Corse. I sui compiti potrebbero essere in parte assorbiti da Jock Clear che sarebbe così tenuto ad intrattenere rapporti con Charlie Whiting in persona. Cambi anche nell'area motoristi con Corrado Iotti a capo del progetto del propulsore termico e la promozione di Guido Di Paola e Lucio Calogero dall'area GT: per il primo si tratta di un ritorno visto che era stato il capo progetto del 6 cilindri siglato 059/3, l’unità nata sotto la gestione di Luca Marmorini. Nuovi cambi potrebbe esserci prima dell'inizio della stagione: la Ferrari non può più sbagliare, il 2018 dovrà essere l'anno della riscossa.