Un quarto posto dolcissimo quello ottenuto da Lewis Hamilton in Messico che vale il quinto titolo mondiale di una carriera ormai leggendaria: l'inglese, grazie all'ultimo trionfo, è riuscito ad eguagliare il record di Juan Manuel Fangio mettendosi adesso in scia a Michael Schumacher, il più vincente nella storia della Formula 1. Proprio il tedesco, capace di portare a casa ben 7 titoli mondiali, è il prossimo obiettivo del pilota Mercedes al quale nulla, allo stato attuale, sembra essere precluso.

Lewis Hamilton – LaPresse
in foto: Lewis Hamilton – LaPresse

I complimenti di Will Smith via radio

Un'impresa, quella del britannico, celebrata anche dal suo principale rivale nella corsa al titolo, quel Sebastian Vettel che appena sceso dalla propria vettura, è corso verso Hamilton per abbracciarlo e fargli i complimenti. Una scena che ha fatto il giro del mondo, ma il tedesco della Ferrari non è stato l'unico a rendere merito al campione inglese. Tra coloro che hanno voluto omaggiare il pilota della Mercedes, infatti, c'è anche Will Smith, l'attore americano particolarmente legato a Hamilton, che via radio si è complimentato con lui appena tagliato il traguardo.

Alonso, Rosberg e la Ferrari rendono merito al campione

Complimenti che non sono arrivati solo da Will Smith, ma anche da alcuni degli avversari più duri con i quali si è confrontato, nel corso degli anni, il campione inglese. Fernando Alonso, che visse con Hamilton una delle sue rivaltà più accese ai tempi della McLaren, dopo averlo inserito tra i 5 più grandi piloti di sempre non ha perso tempo elogiando il neo campione del mondo anche sui social network.  "Congratulazioni Lewis, titolo meritato" le parole scelte dall'asturiano per celebrare l'impresa del rivale. Non è stato da meno Nico Rosberg, l'unico a battere il campione portandosi a casa il titolo 2016, che ha elogiato l'ex compagno di squadra: "Profondamente impressionato, Una prestazione eccezionale quest'anno da parte tua e del team. Congratulazioni" ha scritto. A rendere merito al campione inglese ci ha pensato anche la Ferrari, la grande sconfitta di questa stagione che però ha rimarcato come il campionato costruttori sia ancora aperto.