Michael Schumacher festeggia la prima vittoria in Ferrari – Getty images
in foto: Michael Schumacher festeggia la prima vittoria in Ferrari – Getty images

Il ritorno in Europa segna una tappa fondamentale per la Formula 1 e la gara spagnola è da sempre quella che serve ad indicare quale sia la monoposto più performante in pista: nel GP di Spagna, infatti, è quasi sempre la macchina migliore ad imporsi. Un Gran Premio, quello che adesso si corre al Montmelò, che ha fatto la storia dell'automobilismo grazie ad imprese leggendarie e protagonisti che hanno scritto pagine indimenticabili dell'automobilismo.

L'ultima vittoria di Gilles Villeneuve

E' il 1981 quando la Formula 1 sbarca a Jarama per disputare il Gran Premio di Spagna: come sempre non mancano le polemiche, ma stavolta non c'è nessuna presunta irregolarità presente su una delle monoposto in gara, ma la questione sicurezza tanto che si inizia senza l’elicottero di soccorso e la scuderia tedesca ATS si presenta in ritardo ai controlli. In un clima poco sereno, però, la gara va in scena lo stesso; a scattare davanti a tutti è la Ligier JS17 di Laffite seguita da Alan Jones mentre la Ferrari di Gilles Villeneuve è solo settima. Alla partenza Lafitte sbaglia, ne approfittano Jones e Villeneuve che diventano rispettivamente primo e secondo; si ritirano in rapida seguenza proprio Jones, che finisce fuori pista e si ritrova nelle retrovie mentre Prost e Piquet devono dire addio alle proprie speranze di vittoria. Si forma così un trenino con Villeneuve a guidare la classifica davanti a Laffitte, Watson, Reutemann e De Angelis: si arriva così fino al traguardo dopo tra il canadese, vincitore, e il quinto classificato, ci sono appena 1.2 secondi. Sarà l'ultima vittoria per Villeneuve con la Ferrari che morirà l'anno dopo nel terribile incidente di Zolder.

Gilles Villeneuve, l’Aviatore
in foto: Gilles Villeneuve, l’Aviatore

Il podio dei campioni

Tra le edizioni da ricordare del Gran Premio di Spagna c'è senza dubbio quella del 1993: l'imprevisto arriva subito, ma non è determinato dai piloti bensì dal semaforo che, invece di diventare verde, comincia a lampeggiare illuminato di giallo. Il via, però è regolare con Hill che prende il comando della corsa davanti a Prost, Senna, Schumacher, Patrese, Andretti ed Alesi. Prost supera l'inglese che poi è costretto al ritiro facendo così salire sul podio anche Senna e Schumacher: un evento più unico che raro visto che non succederà mai più. Una top 3 da favola visto che, nonostante un giovanissimo Schumacher che all'epoca doveva ancora diventare il pilota più vincente nella storia della Formula 1, rappresenta la massima espressione del talento mai sceso in pista in una gara della massima serie del motorsport.

La prima gioia in rosso di Schumacher

Il Gran Premio di Spagna non può che riportare alla mente le grandi imprese di Michael Schumacher, il più vincente sul circuito catalano. Sono 6 i successi conquistati dal tedesco nel corso della sua carriera in terra spagnola, ma quello che rimane più impresso, forse, è proprio il primo ottenuto con il Cavallino. Si corre sotto il diluvio e la Rossa non sembra essere la macchina da battere tanto che a monopolizzare la prima fila ci sono le due Williams di Hill e Villeneuve. Al via, a causa di un problema alla frizione, il tedesco della Ferrari perde posizioni ed è costretto a  rimontare; sotto al diluvio, però, non si perde d'animo e giro dopo giro riesce a portarsi al comando superando Villeneuve e andando a conquistare la prima vittoria con la Ferrari, la ventesima in carriera. Era il 9 maggio del 1996, una data che rimane scolpita nella memoria di ogni tifoso del Cavallino.

L'ultima vittoria Ferrari con Alonso

Nonostante la Rossa detenga il record di vittorie nel Gran Premio di Spagna, ben 12, è dal 2013 che il Cavallino non riesce a chiudere davanti a tutti: l'ultimo a riuscirci fu Fernando Alonso. L'idolo di casa, scattato dalla quinta casella, riesce a superare già al via sia la McLaren di Hamilton sia la Lotus di Raikkonen portandosi in terza posizione e guadagnandone un'altra al primo pit stop. Lo spagnolo, poi, approfitta delle difficoltà di Rosberg andandosi a prendere la prima posizione dopo che Gutierrez rientra ai box. Il pilota della Ferrari si prende la testa della gara senza mollare più fino al traguardo: arriva così il secondo acuto del 2013 per Alonso, l'ultimo della stagione per lo spagnolo.

Alonso festeggia la vittoria in Spagna nel 2013 – Getty images
in foto: Alonso festeggia la vittoria in Spagna nel 2013 – Getty images

Il record di Verstappen

Non ci sono solo vittorie e grandi rimonte nella storia del GP di Spagna, ma anche un record: a farlo segnare è Max Verstappen che grazie alla vittoria ottenuta nel 2016, diventa il più giovane pilota di Formula 1 a vincere una gara del mondiale. Una corsa caratterizzata dallo scontro tra Mercedes con Hamilton e Rosberg che decidono di farsi fuori a vicenda già nel corso del primo giro toccandosi e finendo nella ghiaia. Tutti, dopo il ritiro della coppia d'argento si aspettano una doppietta Ferrari, ma quasi dal nulla sbuca proprio il giovane olandese che, dopo un duello senza esclusione di colpi con Raikkonen, va a prendersi il record entrando di diritto nella storia della Formula 1.