Charles Leclerc – LaPresse
in foto: Charles Leclerc – LaPresse

Dal GP del Bahrain la stella di Charles Leclerc ha cominciato a brillare: nel deserto, infatti, il giovane monegasco si era reso protagonista di un weekend impeccabile conquistando prima la pole position – diventando il più giovane pilota nella storia Ferrari a scattare davanti a tutti – poi confermandosi in gara fino a pochi giri dalla fine quando, saldamente al comando, la sua power unit aveva accusato una perdita di potenza che lo aveva fatto scendere fino al terzo posto dietro le due Mercedes.

Foratura in strada per Leclerc

Da quel momento il giovane pilota ha avuto a che fare con disavventure e sfortune che lo hanno perseguitato: a Baku un suo errore in qualifica lo aveva costretto a partire da centro gruppo, poi a Monaco era stato il box Ferrari a condannarlo facendolo eliminare prima dell'ultima fase in qualifica e costringendolo alla rimonta disperata nella gara di casa, finita malamente con un ritiro. La sfortuna, però, sembra seguirlo anche fuori dalla pista visto che, come pubblicato dallo stesso pilota Ferrari sui propri profili social, lo ha visto costretto ad accostare a bordo strada a causa di un chiodo che, finendo nella gomma, ha finito per farlo incappare nella più classica delle forature.

Una disavventura da comune automobilista sulla quale anche il giovane monegasco, dimostrando una grande ironia, ha scherzato pubblicando la storia e aggiungendo la frase "il pit stop potrebbe durare più a lungo del previsto" facendo riferimento all‘imprevisto e preferendo farci una risata su prima di fermarsi a cambiare la ruota della propria Alfa Romeo e riprendere la marcia verso la destinazione designata. Un contrattempo che dimostra come anche i grandi campioni del volante non siano immuni ai piccoli problemi che tutti gli automobilisti si trovano, prima o poi, a dover affrontare.