Ferrari e Mercedes – LaPresse
in foto: Ferrari e Mercedes – LaPresse

Venti punti separano Ferrari e Mercedes nel campionato costruttori, appena otto quelli che dividono Sebastian Vettel e Lewis Hamilton nel mondiale piloti: la stagione di Formula 1 è entrata nel vivo dimostrandosi una delle più equilibrate della stagione. Mancano ancora due gare alla pausa estiva che divide a metà il campionato, non è ancora tempo di bilanci, ma sia a Maranello che all'interno delle Frecce d'argento si cominciano a stilare le prime tabelle per cercare di arrivare davanti al riposo forzato.

Mercedes e Ferrari con la stessa strategia

Fondamentale, in questo senso, sarà il Gran Premio di Germania che può essere considerato come la gara di casa sia per la Mercedes che per Vettel. Particolare importanza, come sempre, avranno gomme e strategie, proprio quelel che stanno consentendo alla Rossa di guidare il mondiale; come riferito dalla Pirelli, però, sia le Frecce d'argento sia il Cavallino hanno optato per la stessa strategia con tutti e 4 i piloti che avranno a disposizione sette treni di Ultrasoft – le gomme più prestazionali – ma Hamilton e Vettel che potranno contare su 4 Soft e due Medium mentre i due finlandesi, Bottas e Raikkonen, con una Soft in più e, di conseguenza, con una sola Medium a disposizione. Una strategia identica quella delle due contendenti per il mondiale a dimostrazione che saranno i dettagli, anche stavolta, a fare la differenza.

Più aggressivo, invece, Daniel Ricciardo con 8 Ultrasoft – una in più del compagno di squadra Verstappen – disponibili sulla sua Red Bull mentre la Renault, con Sainz e Hulkenberg, sembra essere la scuderia che punta di più sulla gomma più prestazionale portando ad Hockenheim ben 10 treni. Una gomma in più rispetto alla Ferrari, invece, per la grande sorpresa di questa stagione, l‘Alfa Romeo Sauber che ha ormai abbandonato l'ultima posizione nel mondiale costruttori e punta con decisione al sorpasso alla Toro Rosso, distante appena 3 punti.