Era il 2011 quando uno tsunami colpì il Giappone provocando morte e devastazione: una tragedia, quella che si abbatté sul paese del Sol Levante, che sconvolse non solo gli abitanti ma il mondo intero. Da quella catastrofe, però, Hideo Tsurumaki – un ex progettista di Toyota che rimase particolarmente colpito dall'evento – è partito per realizzare la sua vettura elettrica Fomm, capace sia di circolare normalmente sull'asfalto ma anche di muoversi agevolmente anche in caso di allagamento delle strade.

Un'auto in grado di navigare anche in caso di allagamento

Dopo aver presentato un prototipo solo in parte funzionante nel 2014, Tsurumaki ha deciso di realizzare e mettere in vendita una piccola quattro posti a propulsione interamente elettrica; il veicolo sarà costruito in Thailandia e si prevede di raggiungere l'obiettivo delle 10mila unità vendute nel primo anno a pieno regime. L'auto sarà fornita di tre porte e permetterà di raggiungere gli 80 km/h di velocità massima con un'autonomia di 160 km tra una ricarica e l'altra: un progetto che potrebbe essere rivoluzionario soprattutto per il mercato asiatico dove gli allagamenti e le piogge abbondanti non sono un fenomeno così raro.

Tsurumaki, che all'epoca della Toyota aveva diretto il progetto di una piccola monoposto elettrica, ha però voluto precisare come il veicolo da lui creato non sia un vero e proprio mezzo anfibio, in quanto non dispone di un sistema di propulsione in navigazione, ma solo di galleggiare in acqua. Una vettura semi-anfibia quella creata dall'ingegnere giapponese che ha puntato sulla possibilità di muoversi anche in acque alte e una discreta capacità di galleggiamento proprio per affrontare in emergenza – come un tipico allagamento da pioggia monsonica – anche una strada impraticabile per altri mezzi a benzina, gasolio e soprattutto a batteria. Un'invenzione, quella della Fomm, che potrebbe rappresentare una nuova frontiera per i veicoli e che potrebbe permettere alle auto di riuscire a navigare anche in caso di abbondante presenza d'acqua sul manto stradale.