Non solo le automobili viaggiano spedite verso un futuro in cui sono rispetto per l'ambiente e possibilità di essere sempre connessi a dominare: anche il mondo delle due ruote sembra seguire questa tendenza. Le case costruttrici sono sempre alla ricerca di nuove frontiere da esplorare e proprio in questo campo rientra il nuovo scooter della Bmw, presentato sul palcoscenico del Concorso d’Eleganza Villa d’Este.

Concept Link, il nuovo prototipo Bmw
in foto: Concept Link, il nuovo prototipo Bmw

Un prototipo che sembra sbarcato direttamente dal futuro e che anticipa l'idea della casa tedesca riguardo la mobilità dei prossimi anni. Concept Link – questo il nome scelto –  è caratterizzato dal motore elettrico alimentato da batterie agli ioni di litio posizionate nella porzione inferiore della moto, per abbassare il baricentro e ottimizzare la guidabilità mentre la retromarcia garantisce agilità nelle manovre e facilità di utilizzo. Quella del motore, però, non è l'unica novità rilevante: il nuovo scooter made in Bmw, infatti, integra dispositivi di connettività digitale che promettono di garantire un nuovo rapporto tra uomo e macchina come il calendario digitale del guidatore per aiutarlo a programmare al meglio i percorsi da seguire per dribblare il traffico o la possibilità di ascoltare musica memorizzandola nel cervello elettronico del mezzo.

Una nuova concezione di mobilità urbana

Particolarmente curata anche la strumentazione con un sofisticato head-up display, un pannello su cui vengono proiettate le principali informazioni di tachimetro e Gps senza che il pilota debba distogliere lo sguardo dalla strada. Un mezzo che, nelle intenzioni della casa tedesca, dovrebbe funzionare sia come veicolo che come mezzo di comunicazione aprendo la strada a una nuova concezione di mobilità urbana. Proprio per facilitare il pilota, la Bmw ha creato anche un abbigliamento specifico per il nuovo Concept Link con un cappotto in panno di loden idrorepellente, con protezioni su spalle e gomiti che nasconda una particolarità: dotato di comandi pseudo-gestuali, permette, grazie alla connessione con il mezzo, al guidatore di aprire e chiudere il vano sottosella con un semplice movimento del braccio.