Ci siamo. Con l’inizio del 2020 sono ufficiali tutti gli orari di prove libere, qualifiche e gare della nuova stagione di Formula 1. I Gran Premi in calendario saranno 22 (uno in più del 2019, nuovo record per il campionato) e si partirà con i test invernali che, in virtù dell’aumento degli impegni stagionali, saranno ridotti da otto a sei giorni, divisi in due sessioni. I piloti torneranno al volante per i primi collaudi dal 19 al 21 febbraio, seguiti dal secondo e ultimo turno di test pre-campionato previsto dal 26 al 28 febbraio, sempre al Montmelò di Barcellona, dove si vedranno per la prima volta le nuove monoposto ma soprattutto si inizierà a capire quali saranno i valori in pista.

22 GP in calendario, a Monza il 6 settembre

Due settimane più tardi, partirà il campionato, come al solito da Melbourne, GP d’Australia, nel fine settimana del 15 marzo, per concludersi il 29 novembre ad Abu Dhabi. Le novità più importanti sono rappresentate dall’ingresso del nuovo GP del Vietnam ad Hanoià e dall’uscita del GP di Germania ad Hockenheim. A Monza, il GP d’Italia è previsto per il 6 settembre. Sette le cosiddette back-to-back, vale a dire la presenza di due gare in due weekend consecutivi. Nell’ordine: Australia-Bahrain, Olanda-Spagna, Azarbaijan-Canada, Belgio-Italia, Francia-Austria, Singapore-Russia e Stati Uniti-Messico. Anche nel 2020 l’uomo da battere sarà il campione della Mercedes Lewis Hamilton che punta al primato di sette titoli di Michael Schumacher ma c’è da scommettere che i rivali della Ferrari, Sebastian Vettel e Charles Leclerc, nonché quelli della Red Bull, in primis Max Verstappen, non gli renderanno semplice l’impresa.

Novità sugli orari: cambia la partenza di 3 GP

Al calendario di gare già confermato, si aggiungono nuove informazioni per gli appassionati che da oggi possono avere un quadro più chiaro della programmazione prevista per ciascun GP. Rispetto alla scorsa stagione, sono presenti diverse novità che, in particolare, riguardano gli orari dei GP di Gran Bretagna, Stati Uniti e Brasile che subiranno una modifica dell’orario di partenza della gara. Il via, nel caso di Silverstone e Austin, è stato posticipato di un’ora, mentre al San Paolo si partirà un’ora prima. In Gran Bretagna, anche le qualifiche saranno posticipate di un’ora, così come in Cina, dove la lotta per la griglia di partenza scatterà un’ora dopo. A Shangai, invece, resta invariato l’orario della gara. Ancora in sospeso il programma del fine settimana del GP del Giappone a Suzuka, che verrà comunicato nelle prossime settimane.

Calendario e orari Formula 1 2020

Data / Gran Premio / Ora locale / Ora italiana
15 marzo Australia 16:10 06:10
22 marzo Bahrain 18:10 16:10
5 aprile Vietnam 14:10 09:10
19 aprile Cina 14:10 08:10
3 maggio Olanda 15:10 15:10
10 maggio Spagna 15:10 15:10
24 maggio Monaco 15:10 15:10
7 giugno Azerbaijan 16:10 14:10
14 giugno Canada 14:10 20:10
28 giugno Francia 15:10 15:10
5 luglio Austria 15:10 15:10
19 luglio Gran Bretagna 15:10 16:10
2 agosto Ungheria 15:10 15:10
30 agosto Belgio 15:10 15:10
6 settembre Italia 15:10 15:10
20 settembre Singapore 20:10 14:10
27 settembre Russia 14:10 13:10
11 ottobre Giappone TBA TBA
25 ottobre Stati Uniti 14:10 20:10
1 novembre Messico 13:10 20:10
15 novembre Brasile 14:10 18:10
29 novembre Abu Dhabi 17:10 14:10 /small>
TBA: to be announced