L'ultima sessione di prove prima della qualifica ha rimesso a posto le cose tornando a far vedere quali sono i veri valori in campo: a giocarsi le prime posizioni saranno Lewis Hamilton, in gran forma, e le due Ferrari che, dopo il passaggio a vuoto nella seconda sessione, sono tornate a mostrare di che pasta sono fatte mettendosi in scia al tedesco.

Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Lewis Hamilton – Getty images

L'inglese precede le due Ferrari

Un attacco a due punte contro il campione del mondo, per il momento lasciato solo dal suo compagno di squadra: questo ha detto l'ultima sessione di prove libere del Gran Premio d'Australia: a dettare il passo c'è sempre la Mercedes con il campione del mondo in carica che ha fermato il cronometro sull'1:22.292 con le due Rosse tornate competitive e pronte a giocare lo scherzetto al britannico. La seconda posizione, infatti, è occupata da Sebastian Vettel che ha risolto le mancanze della SF90 e si mette ad inseguire il rivale di sempre distante appena due decimi, dovuti soprattutto al motore non sfruttato a pieno mentre il terzo tempo è dell'altra Ferrari in pista, quella guidata da Charles Leclerc, che dimostra di aver già preso confidenza con la nuova vettura piazzandosi a 4 decimi dal leader.

Sorpresa Haas, delude Bottas

Molto più staccati tutti gli altri con Haas a rappresentare la vera possibile outsider: Romain Grosjean, infatti, è 4° mentre in quinta posizione c'è Kevin Magnussen, il suo compagno di squadra. Vere delusioni, almeno per ora, sono la Red Bull e Valtteri Bottas con il finlandese solo 7° e le due vetture di Milton Keynes che continuano ad avere qualche problemino con Gasly a mettersi davanti al pilota Mercedes e Max Verstappen, che ha sostituito il telaio della RB15 per il sospetto di una perdita di carburante dal serbatoio, che è solo nono. Positivo Kvyat con la Toro Rosso che si piazza davanti all'olandese mentre a chiudere la top ten ecco la Renault di Daniel Ricciardo.