Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto e il presidente John Elkann – LaPresse
in foto: Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto e il presidente John Elkann – LaPresse

La Ferrari è pronta a tornare in pista il prossimo weekend a Montreal per il GP del Canada (qui gli orari tv). Da inizio stagione la Scuderia di Maranello ha incassato un pesante 6-0 a favore della Mercedes che ha dominato su ogni tipo di pista. Nell’ultimo round, a Monte Carlo, sono stati commessi diversi errori, come quello che ha tagliato Charles Leclerc fuori dalle qualifiche già in Q1, e il 2° posto conquistato da Sebastian Vettel è servito solo in parte ad addolcire l’amarezza di una gara che ha dato ancora una volta ragione a Lewis Hamilton e alle Frecce d’Argento.

Ferrari senza novità tecniche in Canada

Quello di Montreal, almeno sulla carta, dovrebbe invece essere un circuito che si adatta meglio alle caratteristiche della Rossa. A dimostrarlo sono i numeri del Canada, dove la Ferrari ha all’attivo 12 vittorie, l’ultima lo scorso anno, quando Sebastian Vettel vinse scattando dalla pole: “Darò sicuramente il massimo per ripetermi” ha detto il tedesco alla vigilia della partenza. Mattia Binotto, il team principal della Ferrari, ha però ammesso che, diversamente dal weekend nel Principato, in Canada non ci saranno modifiche sulla SF90.

Quando penso al Canada ci sono tanti ricordi dalle passate stagioni che affiorano nella mia mente. Quella di Montreal è una pista che spesso è stata caratterizzata da gare spettacolari e mai scontate. Il lungo rettilineo con una decisa staccata prima della chicane che porta al traguardo permette sorpassi e belle battaglie” spiega Binotto che si è detto fiducioso in vista del weekend.

Sappiamo di non essere al momento sufficientemente competitivi, e che ancora non avremo modifiche alla vettura che ci permettano di indirizzare in maniera significativa i problemi di inizio stagione, ma il Canada rappresenta per tipologia di tracciato una sfida ancora diversa nella quale a contare saranno velocità di punta, efficienza frenante e trazione. Da parte nostra siamo pronti a dare il meglio, lasciandoci alle spalle gli errori delle scorse gare”.