Nuova livrea e tante novità per la MCL34, la monoposto con cui la McLaren affronterà il campionato del mondo 2019 di Formula 1. Diverse infatti le novità tecniche per quanto riguarda il propulsore Renault E-Tech 19 e in particolare per l’aerodinamica, soprattutto nella zona anteriore, dal momento che la scuderia inglese ha deciso di cambiare interamente la parte anteriore. Ritorno alle origini, invece, per la nuova livrea che continuerà a sfoggiare lo storico arancione riprendendo il colore scelto dal fondatore Bruce McLaren per il primo GP della scuderia nel 1966. La colorazione di quest’anno, spiegano da Woking, è una progressione di quella del 2018, con inserti di blu che enfatizzano l’ampio patrimonio sportivo del marchio. “MCL34 è il risultato di un’enorme quantità di duro lavoro e dedizione – ha detto il ceo di McLaren, Zak Brown –  Siamo tutti impegnati, motivati ​​e uniti nella nostra ambizione di restituire alla McLaren competitività e questo è solo l’inizio di questo processo”.

Blu, arancione e nuovo sponsor ‘tabaccaio'

Tra le novità più importanti della vettura svelata oggi nel quartier generale della scuderia a Woking, quella che riguarda il nuovo sponsor, la British American Tobacco, partner tabaccaio che, come fatto da Philip Morris con la Ferrari, per la McLaren ha scelto uno slogan non legato al fumo e ai prodotti per fumatori.  “A better tomorrow” (Un domani migliore) per i consumatori ma soprattutto per la McLaren che potrà contare su una line-up rinnovata, con il 24enne Carlos Sainz alla quinta stagione in F1 e il 19enne Lando Norris, al debutto in campionato.

Non vedo l’ora di scendere in pista e correre con i nuovi colori McLaren” ha ammesso Sainz. “Durante l’inverno ho concentrato il mio lavoro sull’allenamento, una nuova dieta dieta, sessioni al simulatore e impegnandomi  con gli ingegneri per sviluppare e allineare alcuni aspetti della monoposto alle mie esigenze. La factory è diventata la mia seconda casa da quando sono tornato nel Regno Unito e tutti nel team si stanno muovendo nella stessa direzione”. Entusiasta anche Norris. “Quello di arrivare in F1 è il mio sogno da quando ero un bambino. Ho acquisito esperienza utile al volante durante le sessioni di prove libere del 2018 non vedo l’ora di scendere in pista. La MCL34 sembra fantastica e non vedo l’ora di guidarla”. Debutto per cui si dovrà avere ancora qualche altro giorni di pazienza in vista della prima sessione di test prevista sul circuito di Barcellona, in Spagna, da lunedì 18 a giovedì 21 febbraio, seguita dal secondo e ultimo turno test (26 febbraio-1 marzo). Due settimane più tardi la gara inaugurale del campionato, come ormai tradizione sul circuito di Melbourne, Gp d'Australia, il 17 marzo.