Sarà una stagione senza precedenti, a partire dal numero di gare: 22 i Gran Premi in calendario, record per il campionato del mondo di Formula 1. La Fia ha ufficializzato oggi l’elenco delle gare della stagione 2020, che tra i nuovi ingressi di Vietnam e Olanda e l’uscita del GP di Germania, presenta diverse novità rispetto a quello della stagione in corso.

22 gare, si parte il 15 marzo dall'Australia

Il campionato partirà, come al solito, con il GP d’Australia, a Melbourne, nel fine settimana del 15 marzo, per concludersi il 29 novembre ad Abu Dhabi. Il nuovo GP del Vietnam si inserisce come terzo appuntamento della stagione, mentre il GP d'Olanda sarà la prima gara europea, togliendo questo onore all’evento di Barcellona. Sul circuito di Zandvoort si correrà nella prima domenica di maggio, una settimana prima rispetto ai programmi iniziali. Confermato anche lo spostamento a giugno del GP di Azerbaijan, che sarà seguito dalle gare di Baku e Montreal. Esce di scena l’appuntamento estivo con il GP di Germania a Hockenheim, con soltanto due round, in Austria e Gran Bretagna, in programma nel mese di luglio. Sempre due le gare previste nel mese di agosto, il GP d’Ungheria e il GP del Belgio. Sarà poi la volta del GP d’Italia a Monza, il 6 settembre. Sette le cosiddette back-to-back: Australia-Bahrain, Olanda-Spagna, Azerbaijan-Canada, Francia-Austria, Belgio-Italia, Singapore-Russia e Stati Uniti-Messico.

Diversi i circuiti storici, come Melbourne, Silverstone e, ultimo in ordine di tempo, il Montmelò, ad aver rinnovato i loro contratti per il 2020, così come Città del Messico, che ospiterà il Gran Premio per i prossimi tre anni. In fase di definizione, invece, l’estensione del contratto del Gran Premio d’Italia, che il prossimo fine settimana celebrerà il suo 90° anniversario.