Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Sauber – Foto Twitter
in foto: Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Sauber – Foto Twitter

Dieci team, 20 piloti e una novità assoluta: la FIA ha diramato la entry list ufficiale delle scuderie che prenderanno parte al mondiale di Formula 1 2019 e tra queste spicca l'assenza della Sauber che ha preso il nome di Alfa Romeo Racing. Come già reso noto dalla scuderia elvetica, infatti, da questa stagione il marchio del Biscione non sarà solo title sponsor, ma darà il nome anche ai telai delle due monoposto che saranno guidate da Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi facendo così sparire il team fondato da Peter Sauber nel 1993.

Quello legato alla presenza della scuderia Alfa Romeo Racing, però, non è l'unico aspetto nuovo della Formula 1 che sta per nascere: dopo l’acquisto la scorsa estate da parte di una cordata di imprenditori capeggiata da Lawrence Stroll, la Force India, che aveva già preso il nome di Racing Point, ha deciso di confermarlo anche per il 2019 nonostante durante l’inverno si era ipotizzato che il team si sarebbe presentato al via con una nuova denominazione.  Altre piccole novità riguardano poi la Red Bull, che con il passaggio ai motori Honda perde la sponsorizzazione Tag-Heuer per i propulsori, ma mantiene Aston Martin nel nome del team, e la Haas che conferma l’ingresso come title sponsor di Rich Energy, novità che potrebbe mutare anche la livrea delle vetture del team a stelle e strisce. Ferrari, invece, conferma "Mission Winnow" nel proprio nome come già fatto nella scorsa stagione.

L’entry list della FIA per la Formula 1 2019
in foto: L’entry list della FIA per la Formula 1 2019

Hamilton non rinuncia al numero 44, Giovinazzi con il 99

Oltre alle novità riguardanti le scuderie, poi, ci sono quelle legate ai piloti che hanno confermato i numeri già scelti in precedenza: Lewis Hamilton rinuncia ufficialmente al numero 1 che spetta al campione del mondo in carica per rimanere fedele al 44 che lo ha accompagnato per tutta la carriera così come Vettel che non rinuncia al 5. Leclerc avrà il 16 sul muso della sua Ferrari mentre Kimi Raikkonen porta in dote all'Alfa Romeo Racing, oltre a una dose invidiabile di esperienza, anche il numero 7 così come Daniel Ricciardo che sulla sua Renault avrà il 3. Numerazione alta, infine, per Robert Kubica e Antonio Giovinazzi con il polacco che sarà riconoscibile dal numero 88 mentre l'italiano ha optato per il 99.

Lewis Hamilton – LaPresse
in foto: Lewis Hamilton – LaPresse