Cala la notte sul circuito di Abu Dhabi, ma ad accendere la sfida sono sempre Ferrari e Mercedes: se nella prima sessione di prove libere era stata la Rossa – grazie a Sebastian Vettel – a mettersi tutti alle spalle, nella seconda ci ha pensato Lewis Hamilton a portare la sua W08 Hybrid davanti a tutti. L'inglese, nonostante il titolo di campione del mondo già in tasca, ci tiene a dimostrare di essere ancora il più forte e, dopo la vittoria del tedesco in Brasile, vuole dimostrare di non essere ancora sazio.

in foto: Lewis Hamilton – Getty images

L'inglese davanti a tutti, ma la Ferrari è vicina.

Hamilton, sul tracciato di Yas Marina, è riuscito a fermare il cronometro sull'1:37.877: il pilota della Mercedes, nonostante il miglior tempo, non è però sembrato quello dei giorni migliori finendo arrivando al bloccaggio in un paio di occasione e arrivando anche lungo in curva finendo nella via di fuga. Un contrattempo senza conseguenze il suo che gli permette comunque di mettersi alle spalle Vettel, 2° con la prima delle Ferrari. Appena un decimo separa i due rivali che, anche sul passo gara, sembrano essere molto vicini. Alle loro spalle Daniel Ricciardo, in ombra nella prima sessione, ma capace di risalire fino alla terza posizione precedendo Kimi Raikkonen che conferma la quarta posizione ottenuta al mattino.

Conferma le proprie difficoltà Valtteri Bottas che chiude con il 5° tempo: il finlandese, nonostante i quasi 7 decimi di ritardo dal leader e compagno di squadra, ha dimostrato di avere un buon passo gara e si candida a un podio nella gara conclusiva della stagione. Sesto, invece, Max Verstappen che paga più di un secondo a Lewis Hamilton. Dietro i top team c'è, invece, la Force India che conferma di essere la quarta forza del campionato piazzando entrambi i piloti nei primi dieci con Perez e Ocon rispettivamente 7° e 8°. A chiudere la top ten, invece, Nico Hulkenberg e Fernando Alonso, in netta ripresa in queste ultime gare della stagione.