Valtteri Bottas, dopo una prima sessione in ombra, ha cambiato decisamente passo confermando come sul tracciato di Shanghai si trovi a meraviglia: il finlandese, infatti, dopo aver chiuso in testa la seconda sessione di prove libere, si è ripetuto anche nell'ultima ribadendo ancora una volta come non abbia nessuna intenzione di mollare la testa del mondiale.

Valtteri Bottas – Getty images
in foto: Valtteri Bottas – Getty images

Le Ferrari rincorrono il finlandese

Una prova, quella del pilota Mercedes, che ha confermato la solidità del leader del campionato; Bottas, infatti, è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere del GP di Cina con il tempo di 1:32.830 – unico a scendere sotto il muro dell'1:33 – e dimostrando di adattarsi alla pista mettendo a segno il miglior crono con le gomme Soft. Alle sue spalle, poi, ecco le due Ferrari con Sebastian Vettel che commette qualche errore di troppo ma conferma il secondo tempo di ieri e Charles Leclerc che, dopo aver risolto i problemi della sua SF90 che lo avevano costretto a chiudere in anticipo venerdì, si piazza al terzo posto.

Hamilton in difficoltà, sorpresa Renault

Chi, invece, è apparso in difficoltà è stato Lewis Hamilton; l'inglese non sembra ancora aver trovato l'assetto giusto per la sua Mercedes e ha fatto fatica anche nell'ultima sessione rimediando quasi un secondo di ritardo dal suo compagno di squadra. Bene la Renault che porta la sua vettura al quinto posto con Nico Hulkenberg davanti all'Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen, ancora una volta positivo. Delusione di giornata, almeno per il momento, la Red Bull che non va oltre il 7° tempo con Max Verstappen precedendo la McLaren di Carlos Sainz. A chiudere la top ten, infine, la Toro Rosso di Albon, autore di uno spaventoso incidente, e la vettura gemella guidata da Daniil Kvyat.