Messo ormai il Canada alle spalle, la Formula 1 cerca di spegnere le polemiche e concentrarsi solo sulla pista: la scuderia che, almeno fino ad ora, ci è riuscita meglio è senza dubbio la Mercedes. I piloti delle Frecce d'argento, infatti, dopo aver dominato sia la prima sessione di prove libere sia la seconda, non hanno voluto cedere lo scettro neanche nell'ultima calando l'ennesimo uno-due stagionale.

Mercedes sugli scudi, Ferrari insegue

A guidare il gruppo, ancora una volta, è Valtteri Bottas; il finlandese, apparso a proprio agio fin da subito sulla curve del tracciato francese, fa segnare il miglior tempo fermando il cronometro sull'1:30.159 mettendosi alle spalle il compagno di squadra Lewis Hamilton di appena 41 millesimi. Un distacco ridottissimo quello tra le due Mercedes che distanziano le Ferrari in maniera importante visto che la prima delle Rosse, guidata da Charles Leclerc, chiude al 3° posto ma con un ritardo di 4 decimi e mezzo, quasi lo stesso accusato dall'altro pilota di Maranello, Sebastian Vettel che però non riesce a fare meglio della quarta posizione.

Valtteri Bottas – Getty images
in foto: Valtteri Bottas – Getty images

A confermare come i valori in campo sia ormai definiti ecco le due Red Bull con Max Verstappen al 5° posto e Pierre Gasly al 6°. A completare la top ten, poi, ecco McLaren con la grande sorpresa Lando Norris si conferma mettendosi in settima posizione e candidandosi a una qualifica da protagonista precedendo Daniel Ricciardo e il compagno Carlos Sinz Jr mentre Kimi Raikkonen chiude 10°. Il tempo delle prove è finito, da ora si inizia a fare sul serio e, quando il gioco si fa duro, la Mercedes – capace di chiudere tutte le sessioni in testa con entrambi i piloti, ha già dimostrato di non avere rivali in grado di batterla.