Mercedes e Silverstone rappresentano un binomio quasi impossibile da scindere, tanto che l'unica vittoria non firmata da un pilota nell'era ibrida della Formula 1 è quella di Vettel nella passata stagione. Dopo aver lasciato alla Red Bull il palcoscenico nella prima sessione di prove libere, le Frecce d'argento, infatti, hanno deciso di rimettere le cose in chiaro calando la doppietta e mettendosi a guidare il gruppo nella seconda sessione di prove libere.

Valtteri Bottas – Getty images
in foto: Valtteri Bottas – Getty images

Mercedes davanti, Leclerc fa sperare la Ferrari

A far segnare il miglior tempo, fermando il cronometro sull'1:26.732, è stato Valtteri Bottas capace di mettersi a guidare il gruppo con un minimo vantaggio sul proprio compagno di squadra: a separarlo da Lewis Hamilton, infatti, ci sono solo 69 millesimi, segno evidente che i due piloti Mercedes hanno già trovato il giusto feeling con il tracciato inglese. Dietro le Frecce d'argento, più vicine rispetto alla sessione mattutina, ecco spuntare le Ferrari con Charles Leclerc terzo a quasi due decimi e costretto a pagare dazio nelle ultime curve del tracciato, e in quarta posizione Sebastian Vettel, lontano quasi mezzo secondo dal leader e più in difficoltà rispetto al monegasco.

La Red Bull, invece, è la parziale delusione: dopo l'exploit della prima sessione, infatti, Gasly non è riuscito a fare meglio della quinta posizione, ma decisamente lontano dalla vetta, mentre Max Verstappen deve accontentarsi del settimo tempo. A dividere le due vetture di Milon Keynes, invece, c'è la McLaren di Lando Norris che conferma i grandi progressi in avanti fatti sia dal pilota inglese che dalla scuderia con il compagno di squadra a prendersi l'ottava piazza consegnando l'ennesimo doppio ingresso in top ten di una stagione oltre le aspettative per la scuderia di Woking. Ad inserirsi nei primi 10, infine, anche la Toro Rosso di Alexander Albon e la Racing Point di Sergio Perez.