Red Bull, Mercedes e Ferrari: i tre top team, nel weekend di Silverstone, si dividono le sessioni di prove libere a disposizione e, ognuno a modo proprio, lanciano la sfida alla pole position che, su una pista come quella inglese, dirà molto sulle possibilità di portare a casa la decima gara stagionale.

Le Ferrari di Leclerc e Vettel – Getty images
in foto: Le Ferrari di Leclerc e Vettel – Getty images

A rimanere favorita è sempre la Mercedes, ma la rinascita Ferrari nella terza sessione di prove libere mette un po' in discussione l'esito della sessione di qualifica: a chiudere davanti a tutti, infatti, è stata la Rossa di Charles Leclerc che ha fermato il cronometro sull'1:25.905 precedendo il proprio compagno di squadra Sebastian Vettel – ad appena 26 millesimi – e calando la doppietta che fa ben sperare gli uomini di Maranello. Un risultato che, però, non deve illudere: le Frecce d'argento, non al massimo della propria mappatura, rimangono le favorite ma il progresso messo in mostra dalle due SF90 è una iniezione di fiducia soprattutto in ottica della gara che non sarà di certo dall'esito così scontato come sembrava.

Le Mercedes, però, non mollano e conquistano il terzo tempo con Lewis Hamilton, distante appena 49 millesimi con Valtteri Bottas sesto e più staccato a mezzo secondo di ritardo. A separare le due Frecce d'argento, rendendo ancor più incerto l'avvicinamento alle qualifiche, ecco le due Red Bull di Pierre Gasly e di Max Verstappen con l'olandese che finisce 5° dietro il compagno di squadra. Conferme anche da parte della McLaren che si prende la settima piazza grazie a Lando Norris, bravo a mettersi alle spalle le due Renault di Nico Hulkenberg e di Daniel Ricciardo. A completare la top ten, infine, la Toro Rosso di Alexander Albo che esclude l'italiano Antonio Giovinazzi dai primi dieci proprio nel finale.