Cambiano le condizioni a Barcellona, con la temperatura ad abbassarsi e un cielo coperto che per il momento non minaccia pioggia, ma a dominare sono sempre le Mercedes: se nella prima giornata del Montmeló, infatti, era stato Valtteri Bottas il mattatore, nel terzo turno di prove libere ci ha pensato Lewis Hamilton a portare in vetta la vettura d'argento mettendosi alle spalle le due Ferrari.

Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Lewis Hamilton – Getty images

Bottas nella ghiaia, Ferrari rincorre ancora

L‘inglese ha fatto segnare il miglior tempo fermando il cronometro sull'1:16.568 precedendo i rivali di Maranello: Charles Leclerc non è andato oltre il 2° tempo con un ritardo di mezzo secondo mentre Sebastian Vettel, andato in testacoda ad inizio sessione senza conseguenze, è 4° a ben 6 decimi di ritardo dal campione del mondo in carica.  A dividere le due Rosse, creando un'alternanza perfetta tra i team in lotta per il mondiale, c'è Valtteri Bottas che si prende il terzo tempo dopo ave perso gran parte della sessione per un'uscita di pista con conseguente insabbiamento del finlandese, costretto a tornare a piedi al box e ad aspettare il rientro della sua monoposto.

La Williams di Russell contro le barriere

Continua il momento positivo della Haas che, dopo aver sorpreso nella prima giornata, si riconferma anche nel terzo turno di prove libere prendendosi il 5° tempo con Romain Grosjean e il 6° con Kevin Magnussen mettendosi alle spalle addirittura la Red Bull di Max Verstappen solamente settimo a fine sessione. A completare la top ten, infine, la Toro Rosso di Alexander Albon, l'Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e la McLaren dell'idolo di casa Carlos Sainz Jr. In chiusura è arrivato anche l'incidente di George Russell che ha perso il controllo della sua Williams finendo con il posteriore contro le barriere e provocando la bandiera rossa che chiude in anticipo la sessione.