Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Lewis Hamilton – Getty images

Prima su una Formula 1, e poi su una MotoGP. Questi i patti della doppia sfida definita nel corso della pausa estiva tra Lewis Hamilton e Marc Marquez, i due campionissimi del motorsport che, nelle rispettive categorie, anche in questa stagione, sembrano non avere rivali. La conferma di quello che si prospetta un singolare faccia a faccia arriva direttamente da Monza, dove il britannico della Mercedes è pronto a tornare in pista per il weekend del GP d’Italia e, alla vigilia del fine settimana, ha concesso una gustosa intervista al canale Sky Sport. Oltre alle domande legate al campionato di Formula 1 e alla Ferrari che, nell’ultimo round di Spa, con Charles Leclerc è finalmente riuscita a mettere un punto al suo digiuno di vittorie, Hamilton ha infatti risposto anche agli interrogativi su quello che si preannuncia a tutti gli effetti uno scontro tra titani.

“Marquez? Spero di sfidarlo, sono un suo grande fan”

Lewis, che non ha mai fatto mistero di guardare con un certo interesse al mondo delle due ruote, è stato ospite del team Petronas di MotoGP in occasione del round inaugurale in Qatar e, proprio a Losail, ha chiesto di poter provare una delle M1 schierate dalla squadra satellite della Yamaha. L’intenzione pareva quella di preparare la sfida contro Valentino Rossi, un appuntamento che, per un motivo o per un altro, viene però rimandato di anno in anno. A cogliere la palla al balzo è stato invece Marc Marquez che, dopo aver provato a sua volta una vettura di Formula 1 al Red Bull Ring, ha lanciato l’idea del doppio confronto.

Se ci sarà la sfida con Marquez? Sì, lo spero – dice Hamilton – . Parliamo spesso sui social durante l’anno, sono un suo grande tifoso. Quello che ha fatto e ottenuto in MotoGP è davvero incredibile. Mi piacerebbe molto poter avere dei consigli e andare in moto con lui. Mi farebbe anche piacere che lui provasse la mia macchina. So che ha fatto qualche test in passato, ma credo che gli piacerebbe di più guidare la mia macchina”.

Da grande appassionato, Hamilton ha analizzato anche la grande competitività mostrata dai colleghi del team satellite Yamaha che, con la Mercedes di Formula 1, condividono lo sponsor Petronas. “Ho visto tutte le gare, è davvero incredibile dove sono arrivati e l’impatto che hanno avuto in questa prima stagione in MotoGP, anche considerando che si tratta di una moto meno potente rispetto alle Honda e alle Ducati, e invece i piloti hanno fatto molto bene” le parole del britannico che, sempre in Qatar, aveva avuto l’occasione di scambiare il casco sia con Fabio Quartararo, sia con Franco Morbidelli. “Mi ha fatto un sacco di domande tecniche, non mi aspettavo un suo così grande interesse per il nostro sport – raccontava il Morbido, meravigliato dall’attenzione di Hamilton – . Mi ha anche chiesto quando uso il freno dietro…