Niki Lauda, 69 anni / Getty Images
in foto: Niki Lauda, 69 anni / Getty Images

Buone notizie per Niki Lauda arrivano dai medici dell’Allgemeines Krankenhaus di Vienna (Akh), la clinica universitaria dove giovedì scorso il tre volte campione di Formula 1 ha subito a un trapianto urgente di polmone.

"Decorso molto soddisfacente"

Nel nuovo bollettino medico gli specialisti dell’ospedale di Vienna si dicono “molto soddisfatti del decorso post-operatorio”. “Appena 24 ore dopo l’intervento chirurgico, Niki Lauda era pienamente cosciente” precisa la nota diffusa questa mattina. Lauda è stato risvegliato dal coma indotto già venerdì, il giorno successivo all’intervento, e “in grado di respirare da solo”. “Da allora c’è stato un miglioramento continuo, tutti gli organi funzionano bene”. L’ex iridato di Ferrari e McLaren resterà ricoverato fino al recupero completo all’Akh di Vienna.

Da tre mesi con uno stent

Seppur in miglioramento, il quadro clinico di Lauda resta delicato perché, scrive il sito austriaco Oe24, tre mesi fa Niki è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l’inserimento di uno stent cardiaco. E che, considerato anche il duplice trapianto di reni nel 1997 e nel 2005, non consentirebbe a Lauda di assumere molti dei farmaci che vengono somministrati ai pazienti trapiantati. Se Niki se la caverà, come si spera, dovrà comunque cambiare stile di vita. I trapiantati devono vivere persino con 50 farmaci al giorno ed evitare ogni contagio. Ad ogni mondo, per Lauda le probabilità di recupero sono buone: il tasso di sopravvivenza, secondo i medici, è del 70% per i primi cinque anni, ammesso che non ci sia una crisi di rigetto. I prossimi giorni saranno decisivi. Prima dell’intervento, Lauda era in condizioni critiche. I polmoni erano fortemente danneggiati (Niki avrebbe sottovalutato una forte influenza sfociata in una polmonite) e negli sette giorni era stato tenuto in vita da una pompa cuore-polmoni. Per il recupero, vista l’età, per Lauda ci vorranno alcune settimane. e resterà ricoverato per alcune settimane. Prima dell’intervento, Lauda era in condizioni critiche. I polmoni erano fortemente danneggiati e negli sette giorni era stato tenuto in vita da una pompa cuore-polmoni.

L’augurio di Hamilton

Per rivedere Lauda al box del team Mercedes di cui è azionista e presidente non esecutivo, ci vorrà ancora del tempo. A mandargli un augurio di pronta guarigione è Lewis Hamilton che sui social ha scritto un pensiero affettuoso. “Ti mando tutto il mio amore, le mie preghiere e il mio sostegno, Niki. Ti auguro una pronta guarigione”.