Il penultimo giorno di test pre stagionali a Barcellona ha certificato il ritorno della Ferrari grazie a Charles Leclerc che, con un giro record, ha riacceso la luce dopo la giornata storta di Sebastian Vettel, finito contro le barriere a causa di una rottura del cerchione della ruota anteriore sinistra.

Charles Leclerc – Ferrari
in foto: Charles Leclerc – Ferrari

Ferrari di nuovo avanti con Leclerc

Il giovane monegasco, nella sessione mattutina, ha messo tutti in riga fermandosi ad un solo decimo dalla pole position siglata da Lewis Hamilton nella qualifiche della passata stagione e siglando il record per quanto riguarda questa sessione di test. Un risultato notevole per Leclerc che, sul finire della sessione, è stato anche vittima di un contrattempo fermandosi con la SF90 tra curva 8 e curva 9; un contrattempo che però non ha inciso sul lavoro della scuderia perché arrivato a fine giornata quando l'ex Alfa Romeo Sauber aveva completato già 138 giri, secondo con più tornate dietro solo alla Williams di George Russell. Alle spalle del pilota della Rossa si confermano, grazie ai tempi ottenuti in mattinata, la Toro Rosso di Albon e la McLaren di Sainz.

Gasly contro le barriere, Mercedes stacanovista

Giornata da dimenticare per la Red Bull che nel primo pomeriggio ha vissuto la stessa situazione della Ferrari ieri: Pierre Gasly, infatti, è finito contro le barriere non alla curva 3 come Vettel, alla 9 distruggendo la sua Red Bull. Un danno che non ha permesso alla scuderia di Milton Keynes di riparare l'auto in tempo utile per rimandare in pista il francese perdendo così l'intera sessione pomeridiana. Continua a lavorare sul passo gara, invece, la Mercedes che dopo gli 85 giri di Hamilton in mattinata ne ha messi a referto altri 96 confermandosi come la scuderia che ha percorso più chilometri di tutte in questi test.