Jean Todt insieme a Maurizio Arrivabene – Getty Images
in foto: Jean Todt insieme a Maurizio Arrivabene – Getty Images

Le trattative tra Liberty Media e i team che fanno parte del mondiale sulle regole che, dal 2021, potrebbero cambiare radicalmente il volto della Formula 1 non sono ancora entrate nel vivo; le scuderie, dopo le linee guida rilasciate dai nuovi proprietari americani sono al lavoro per trovare un compromesso in grado di soddisfare tutti.

Il presidente FIA è sicuro che la Ferrari rimarrà in F1

L'abbandono dei grandi team, Mercedes e soprattutto Ferrari, sembra essere più lontano; le parole del presidente Marchionne, che aveva minacciato di ritirare la scuderia italiana se la Formula 1 fosse diventata troppo simile al campionato Nascar, sembrano aver lasciato spazio al dialogo tanto che anche il presidente della FIA, Jean Todt, sembra voler smorzare il peso delle minacce del Cavallino.

La Ferrari è un marchio iconico: loro traggono profitto dalle corse e le corse traggono profitto da loro. Sono convinto che se creeremo un buon formato continueranno ad essere interessati – ha dichiarato ai media nel corso del GP di Spagna -. Dobbiamo fare qualcosa che vada bene per dieci team, non esclusivamente per uno. Più della metà delle scuderie sono in difficoltà e questo non è positivo per la categoria regina del motorsport. Vogliamo rendere le cose più semplici e, soprattutto, vogliamo attirare dei nuovi costruttori. Siamo a buon punto con le normative sui motori.

L'obiettivo del numero uno della Federazione, che in Ferrari ha lavorato e vinto molto, è consapevole dell'importanza che riveste il marchio del Cavallino per la Formula 1. Mantenere la Rossa significherebbe garantirsi la stessa visibilità avuta fino ad ora, ma ammette anche di non poter guardare solo agli interessi di un singolo team; un compromesso tra il team italiano e i nuovi proprietari, vogliosi di rendere la manifestazione sempre più emozionante, non sembra essere così lontano: l'abbandono della Ferrari sembra essere un'ipotesi sempre più lontana.