Dopo le trattative e i segnali di rottura che nelle scorse ore sembravano sempre più evidenti, i sindacati dell'auto americani Uaw e FCA hanno raggiunto un accordo preliminare per il rinnovo del contratto per 4 anni proprio allo scadere del termine e sono riusciti a scongiurare eventuali scioperi. A riferirlo è stato lo stesso Uaw sulla sua pagina Facebook sottolineando che l'intesa deve essere ora ratificata dai 40.000 iscritti di Fiat Chrysler negli Stati Uniti. Il prossimo appuntamento è per venerdì a Detroit, quando i leader locali del sindacato si siederanno intorno al tavolo e discuteranno sull'intesa che dovrà poi essere votata. In questo momento non è stata definita una vera e propria tabella di marcia ma il consiglio del sindacato si riunirà alle 11 ora locale (le 17 in Italia) a Detroit per esaminare il testo. Dennis Williams, il presidente dello Uaw, ha affermato: "Abbiamo raggiunto un accordo preliminare che ritengo affronti i principali timori dei nostri membri sul loro lavoro e sul loro futuro. Abbiamo realizzato importanti guadagni e non vedo l'ora di discuterne i termini con gli iscritti".

L'intesa tra le parti è arrivata dopo la bocciatura delle tute blu dell'accordo che gli era stato proposto: si tratta della prima bocciatura in 30 anni di un contratto preliminare da parte dei membri del Uaw. La scadenza del termine, e per l'avvio dello sciopero, era fissata per le 23.59 del 7 ottobre, ovvero le 5.59 del mattino dell'8 ottobre in Italia, ma l'intesa è stata annunciata poco dopo. Con molta probabilità il lavoro più difficile per Dennis Williams e il Uaw è iniziato stamane perchè bisognerà convincere i dipendenti di FCA che l'accordo va approvato. La base dell'accordo tra Uaw e Fiat Chrysler Automobiles potrebbe essere usata per le trattative con Ford e General Motors.

Your UAW FCA National Bargaining Committee has voted on a proposed Tentative Agreement.
">
Your UAW FCA National Bargaining Committee has voted on a proposed Tentative Agreement.
">