L'ultima in ordine di presentazione, la prima a fine stagione: è questa la speranza in casa Ferrari che ha presentato la nuova vettura, affidata a Sebastian Vettel e Charles Leclerc, che avrà il compito di riportare a Maranello un mondiale che manca ormai dal 2008, anno in cui Kimi Raikkonen e Felipe Massa permisero alla Rossa di vincere il titolo costruttori. Nome in codice SF90 – per festeggiare i 90 anni della scuderia – e una tonalità di rosso più scura con inserti grigio scuro forniti dallo sponsor Mission Winnow  con una la fascia inferiore nera, per la nuova vettura di Maranello, la sesta vettura della generazione ibrida della Formula 1 iniziata nel 2014, che si è svelata davanti agli occhi dei vertici del Cavallino: presenti, infatti, anche l'Amministratore Delegato Louis Camilleri e il presidente John Elkann,oltre i due piloti.

Ecco la nuova SF90

"La nuova Ferrari sarà grandiosa e molto speciale" aveva fatto sapere Mattia Binotto nella giornata di ieri e la prima vettura del nuovo corso, affidato proprio all'ingegnere italo-svizzero che ha preso il posto di Maurizio Arrivabene come team principal, è effettivamente inedita. Tanto rosso per la nuova Ferrari con il logo dello sponsor, Mission Winow, ben visibile sull'alettone posteriore e sul cofano motore. L'ala anteriore è più larga e più semplice nei suoi profili aerodinamici, quella posteriore è più larga e alta mentre i deviatori di flusso sulle fiancate sono stati ridotti in altezza con le prese d’aria dei freni anteriori semplificate. Il peso complessivo della vettura sale a 743 chilogrammi, con il pilota e suo equipaggiamento che devono obbligatoriamente pesarne 80. La quantità di carburante disponibile per la gara è salita da 105 a 110 kg.  Per scoprire tutti i particolari della nuova monoposto del Cavallino bisognerà attendere almeno i test, ma a Maranello sono sicuri di avere tra le mani un'arma in grado di competere con i rivali della Mercedes, dominatori assoluti da quando l'ibrido ha fatto la sua comparsa in Formula 1.

A portarla in pista ci saranno Sebastian Vettel e Charles Leclerc, i due piloti scelti dai vertici della Rossa per tentare l'assalto al mondiale: se il tedesco, al suo quinto anno in Ferrari, è desideroso di cancellare una stagione fatta di alti e bassi come quella scorsa, il giovane monegasco sarà chiamato a non far rimpiangere Kimi Raikkonen dimostrando che l'intuizione del presidente Marchionne, che lo aveva già indicato come un futuro campione, è stata giusta. La stagione sta per iniziare, la nuova Ferrari ha mostrato al mondo le sue forme, ma per sapere se sarà finalmente vincente bisognerà aspettare il responso della pista.