Le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel – Getty images

La Formula 1 non si ferma mai: dopo il GP di Spagna, che ha visto la Mercedes mettere a segno la quinta doppietta in altrettante gare con Lewis Hamilton a vincere tornando in testa al mondiale, le scuderie sono scese ancora una volta in pista al Montmeló per una sessione di test che durerà due giorni e servirà ai team per continuare a sviluppare le proprie vetture.

Ferrari in pista con entrambi i piloti

Due giorni particolarmente importanti per la Ferrari che deve cercare di risolvere i problemi della SF90 nelle curve lente in vista della prossima gara che si correrà nel Principato di Monaco: la Rossa sarà impegnata con entrambe le vetture con Charles Leclerc che proverà le soluzioni portate dal Cavallino e Sebastian Vettel che si dedicherà allo sviluppo degli pneumatici Pirelli in vista della prossima stagione. Una sessione che vedrà la scuderia italiana particolarmente impegnata: i tecnici Ferrari, infatti, dovranno valutare se le soluzioni portate in gara possono garantire quel cambio di passo sufficiente a giocarsela alla pari con la Mercedes o se invece esistono ancora margini per migliorare la resa in vista del prossimo appuntamento.

Mercedes con Bottas, sulla Red Bull c'è Gasly

Non ci sarà, ovviamente, solo la Ferrari in pista ma anche tutti gli altri del mondiale con la Mercedes che, nella prima giornata, si affiderà all'esperienza di Valtteri Bottas per cercare di portarsi avanti nel lavoro mantenendo quegli standard di eccellenza che fino ad ora gli hanno permesso di dominare in lungo e in largo le prime cinque gare del mondiale mentre la Red Bull, inseguitrice delle Frecce d'argento insieme alla Ferrari, avrà Pierre Gasly al volante. Lavoro sulle Pirelli anche per la Racing Point che ha affidato a Sergio Perez la vettura con la quale lavorerà con il costruttore milanese mentre al volante dell'altra monoposto ci sarà Nick Yelloly. Puntano sui piloti titolari anche  Renault con Nico Hulkenberg così come la Toro Rosso che schiera Daniil Kvyat mentre sull'Alfa Romeo Racing c'è Callum Illot, giovane della Ferrari Driver Academy impegnato in Formula 2.