La Ferrari 250 GTO venduta per 60 milioni di euro – Foto SWNS
in foto: La Ferrari 250 GTO venduta per 60 milioni di euro – Foto SWNS

Le auto a marchio Ferrari sono da sempre le più apprezzate del mondo: il fascino del Cavallino, insieme alla storia scritta nel mondo delle corse e al fatto di essere dei veri e propri gioielli di potenza e tecnologia, rendono le vetture made in Maranello un vero e proprio oggetto del desiderio per ogni collezionista. A suscitare l'interesse degli appassionati, però, c'è un modello in particolare, la Ferrari 250 GTO, che non sembra conoscere limiti.

L'auto più pagata nella storia

Sei anni fa fece scalpore la vendita di un esemplare per la cifra di 32 milioni di dollari, seguita a ruota l'anno dopo da un altro esemplare che riuscì a far registrare la stratosferica cifra di 52 milioni incassati grazie alla sua vendita. Record, però, che adesso sono stati spazzati via dalla Ferrari 250 GTO del 1963, soprannominata "HolyGrail" e con numero di telaio 4153. La vettura, infatti, è stata venduta per 52 milioni di sterline, vale a dire 60 milioni di euro al cambio attuale; mai nessuna auto era stata pagata così tanto nella storia. A contribuire alla somma record non c'è solo il fatto di appartenere alla scuderia del Cavallino e di essere stata prodotta in soli 36 esemplari, ma anche il fatto di aver preso parte ad alcune delle competizioni più famose del mondonel 1963 finì al quarto posto la 24 Ore di Le Mans, nel 1964 vinse il prestigioso Tour de France presentandosi al via, fra il 1964 e il 1965, ad altre 14 gare.

Livrea unica e linea inconfondibile

Una delle caratteristiche che rendono la Ferrari 250 GTO in questione così preziosa è anche la particolare livrea, grigia con dettagli in giallo che rappresentano il colore nazionale dei team provenienti dal Belgio, così come il rosso per l'Italia e il verde per il Regno Unito. Un vero e proprio pezzo da collezione che, secondo quanto riportato da fonti inglesi, sarebbe stato acquistato nel corso di una vendita privata, da David MacNeil, numero uno della società che produce accessori per auto WeatherTech e noto collezionista di vetture del Cavallino. Caratterizzata da una linea inconfondibile, grazie al cofano anteriore, agli archi passaruota avvolgenti e alla coda raccolta, il modello è equipaggiato con un motore V12 3.0 da 300 Cv. Acquistata dal francese Henri Chambon e poi venduta 17 anni dopo svizzero Nicolaus Springer, l'auto venne restaurata negli Anni 90 dallo specialista DK Engineering, che in seguito ne avrebbe parlato come di uno fra gli esemplari migliori in termini di storia e originalità.