Ferrari e Mercedes – LaPresse
in foto: Ferrari e Mercedes – LaPresse

Ferrari e Mercedes, la sfida continua: dopo il Gran Premio del Canada, che ha visto Sebastain Vettel portare a casa la terza vittoria stagionale e riprendersi la testa del mondiale, seppur di un solo punto su Lewis Hamilton, il duello tra le due contendenti all'iride riprenderà sul circuito di Paul Ricard dove si disputerà il Gran Premio di Francia.

Stessa strategia per Ferrari e Mercedes

Una lotta serrata quella tra le due scuderie con Red Bull a fare da terzo incomodo; più importanti che mai, in questo senso, saranno le gomme scelte dalle scuderie, sempre più decisive sia per la strategia in gara sia per la qualifica. A rendere note le scelte dei team è stata la Pirelli; la Rossa e le Frecce d'argento hanno optato per una strategia quasi identica con tutti e quattro i piloti che porteranno sulla pista francese 9 set di Ultrasoft con Vettel e Hamilton ad accompagnare gli pneumatici più prestazionali con due treni di Supersoft e solo uno di Soft e i due finlandesi, Bottas e Raikkonen, a portare due set delle altre mescole a disposizione.

Red Bull in difesa, Williams all'attacco

Più conservativa, invece, la scelta della Red Bull che sbarcherà sul tracciato del Paul Ricard: Daniel Ricciardo e Max Verstappen, infatti, avranno a diposizione 7 treni di Ultrasoft – due in meno rispetto agli avversari -, con 3 di Supersoft e 3 di Soft. Probabile, almeno nelle intenzioni, che la scuderia di Milton Keynes punti sulla durata delle gomme per cercare di ritardare il più possibile il pit stop cercando di guadagnare secondi preziosi in pista. Come spesso accade la scuderia più aggressiva è stata la Williams con addirittura 10 set di Ultrasoft. La vera incognita, però, è rappresentata dal battistrada che, come in Spagna, sarà ridosso di 0,4 millmetri, condizione che favorì non poco la Mercedes facendo sparire la vetture del Cavallino; a Maranello sono sicuri di aver risolto il problema, sarà il circuito di Paul Ricard a dare le risposte.