Aveva saltato l'antipasto delle prove libere per puntare al primo piatto rappresentato dalle qualifiche; dopo averne fatto un solo boccone ha virato la propria attenzione sulla portata principale, la gara, assaporandone ogni boccone, dominando dal primo all'ultimo giro e interrompendo un digiuno che durava da 4 gare. Sebastian Vettel, in Canada, è tornato cannibale vincendo la terza gara della stagione e tornando in testa al mondiale: il suo grande rivale Hamilton, infatti, non va oltre il 5° posto lasciandosi scavalcare di un punto. A completare il podio, poi, la Mercedes di Bottas e la Red Bull di Verstappen.

Sebastian Vettel – LaPresse
in foto: Sebastian Vettel – LaPresse

Incidente Stroll-Hartley, duello tra Bottas e Verstappen

In partenza fila tutto liscio con il ferrarista che mantiene la prima posizione e il duello Bottas-Verstappen con il finlandese che non alza il piede e tiene a bada il giovane olandese della Red Bull. Dietro Ricciardo passa Raikkonen, ma il colpo di scena arriva dalle retrovie: Stroll e Hartley si toccano, la Toro Rosso finisce contro il muro e prende il volo, riatterrando sulla Williams e togliendo dalla contesa entrambi. Entra la safety car, ma quando rientra non ci sono attacchi. Vettel comincia a martellare infilando giri veloci in serie e guadagnando il margine di sicurezza che gli permette di amministrare la propria gara. Ad inaugurare la girandola dei pit stop ci pensano Verstappen e Hamilton che rientrano in contemporanea, poi Ricciardo che riesce a guadagnare una posizione proprio sul britannico.

Vettel torna leader del mondiale

Intanto le due Ferrari sembrano volare, anche Raikkonen cerca di scavare il solco per mettersi alle spalle il britannico e al giro 33 torna ai box: i meccanici della Ferrari tentano il miracolo, quasi ci riescono ma all'uscita della pit lane il pilota della Mercedes – che aveva accusato una perdita di potenza al propulsore – è davanti di un soffio. Il cambio gomme di Bottas e Vettel non cambiano il volto della gara, il finlandese però non molla cercando di mettere pressione al tedesco della Ferrari. Il duello va in scena a colpi di decimi guadagnati, dietro Hamilton prova a riprendersi la quarta posizione che lo riporterebbe in testa al mondiale; non ci riesce il pilota della Mercedes che vede il ferrarista tagliare il traguardo per primo e la sua leadership scappargli dalle mani. Vettel torna alla vittoria e si riprende la vetta del mondiale; il weekend perfetto per il tedesco sulla pista intitolata a Gilles Villeneuve, deciso, adesso che è tornato a comandare la classifica, a non lasciarla più.