Pneumatici Pirelli – Getty Images
in foto: Pneumatici Pirelli – Getty Images

Il mondiale di Formula 1 è alla stretta finale, ancora 4 Gran Premi per decretare chi, tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton, sarà campione del mondo. Non solo la lotta al vertice, però, animerà gli ultimi Gp della stagione: anche quella tra Ferrari e Red Bull per il secondo posto si annuncia appassionate.

Sia la Rossa che la scuderia di Milton Keynes, in Messico, metteranno in atto una strategia simile. Entrambe, infatti, hanno puntato sulle gomme supersoft scegliendone sei treni per ciascun pilota. Minime le differenze anche per quanto riguarda le altre mescole che scenderanno in pista a Città del Messico con Kimi Raikkonen che punta ad una gara tutta d'attacco, unico a portare 5 set di pneumatici soft e appena 2 di medie mentre tutti gli altri si sono accodati per un atteggiamento più prudente con 4 soft e 3 medie.

Mercedes prudente, Toro Rosso all'attacco

La più aggressiva in griglia, però, è la Toro Rosso che potrà contare su ben otto set di supersoft mentre Esteban Gutierrez, nella gara di casa, ha scelto di portare un solo treno di medium, escludendole di fatto. Il più prudente tra i top team, invece, è la Mercedes. La situazione per i piloti delle Frecce d'Argento è delicata, ogni errore può costare caro con il mondiale in ballo. La scuderia di Brackley è l'unica a portare sullo schieramento di partenza 5 treni di supersoft per entrambi i piloti mentre per le altre mescole la strategia è diversificata: Lewis Hamilton ha scelto 5 set di soft e 3 di medium mentre il leader del mondiale, Nico Rosberg ha optato per 4 gomme a banda gialla e 4 con la banda bianca.