Louis Camilleri – LaPresse
in foto: Louis Camilleri – LaPresse

Il mondiale è alle porte, ancora 10 giorni e le monoposto saranno in pista per giocarsi la vittoria a Melbourne, sede del primo GP stagionale; tutti gli occhi saranno puntati sulla Ferrari, la grande protagonista dei test di Barcellona dove Leclerc prima e Vettel poi sono riusciti a stabilire il record girando più veloce di tutti gli altri nella penultima e nell'ultima giornata.

Camilleri positivo in vista dell'esordio australiano

La Rossa è chiamata al riscatto dopo le ultime due annate che l'hanno vista lottare ad armi pari con la Mercedes, ma perdere il confronto diretto lasciando nelle mani degli avversari sia il titolo piloti sia quello costruttori: il 2019, però, sembra essere partito con il piede giusto tanto che l'Amministratore Delegato del Cavallino, Louis Camilleri, si è detto fiducioso in vista dell'esordio stagionale.

La macchina è nata bene, siamo abbastanza contenti dei test di Barcellona anche se è difficile capire dove sono gli altri. La SF90 è molto bilanciata, i piloti sono abbastanza contenti e noi abbiamo sempre le stesse ambizioni. Dobbiamo però lavorare sull'affidabilità – sono state le sue parole al Salone di Ginevra -. Mission Winnow? C'erano problemi con il dipartimento della salute e Philip Morris non aveva il tempo per trovare una soluzione. Winnow però non è una marca, non ha niente a che vedere con il tabacco, perché riguarda la transizione dalla sigaretta all'elettronico. Comunque in Australia avremo una sorpresa per i tifosi sulla macchina.

Al di là dei problemi con il title sponsor che costringeranno le due Rosse a correre senza il logo che dallo scorso GP del Giappone accompagnava le vetture, la SF90 sembra promettere bene in vista dell'esordio australiano dove, finalmente, si comincerà a fare sul serio. I rivali della Mercedes sono avvisati, a Maranello il morale è alto in vista della prima gara dell'anno; nel 2018 fu Vettel a trionfare regalando alla Ferrari la prima vittoria dell'anno e anche quest'anno i tifosi della Rossa sperano, alla bandiera a scacchi, che sia una vettura del Cavallino a tagliare per prima il traguardo.