Cinque podi in 11 gare disputate, ma soprattutto un talento e una maturità difficile da ritrovare in un ragazzo di 21 anni: Charles Leclerc ci ha messo poco a conquistare l'universo e, oltre ad essere entrato nella storia della Ferrari diventando il più giovane pilota a scattare in pole position della scuderia italiana, ha conquistato un posto nel cuore dei tifosi del Cavallino che già sognano di vederlo lottare con lo storico rivale Max Verstappen per il titolo di campione del mondo.

Ferrari pronta a blindare il talento Leclerc

Un talento grezzo sul quale gli uomini di Maranello hanno intenzione di lavorare per condurlo, in tempi relativamente brevi, ad essere pronto per puntare alla conquista del mondiale. Un lavoro che richiede pazienza e soprattutto tempo; per questo i vertici della Ferrari stanno già pensando di proporre a Leclerc il rinnovo di contratto. Al momento il giovane monegasco è legato alla Rossa da un contratto che scadrà nel 2022 e che consente al pilota di guadagnare intorno ai 3 milioni di euro l'anno; un compenso adeguato per un rookie ma che la scuderia italiana vorrebbe ritoccare verso l'alto per gratificare Leclerc e metterlo al riparo da eventuali tentazioni. La proposta della Ferrari, come riportato da Sky, è di allungare il contratto che lega Leclerc ai colori del Cavallino fino al 2024 con un ritocco importante che permetterebbe al monegasco di veder riconosciute le ottime performance in pista e alla Rossa di blindare il suo campioncino.

Charles Leclerc – Ferrari
in foto: Charles Leclerc – Ferrari

I contatti tra le parti sarebbero già iniziati tanto che la conclusione dell'accordo, del quale si continuerà certamete a parlare durane la pausa estiva, potrebbe non essere così lontana. Una situazione, quella che stanno vivendo la Ferrari e Leclerc, simile a quanto già avvenuto con Max Verstappen quando, dopo l'exploit del 2016, al giovane olandese venne proposto un rinnovo – con relativo ritocco dell'ingaggio – fino al 2020 proprio per blindarlo dalla concorrenza della Mercedes che già all'epoca aveva messo gli occhi sul baby talento della Formula 1. Adesso la Ferrari è pronta a blindare il suo giovane campione fino al 2024 sperando di festeggiare insieme a lui tutti i successi che non sono arrivati in queste ultime stagioni.