Le due Mercedes davanti a tutti in Australia – Getty images
in foto: Le due Mercedes davanti a tutti in Australia – Getty images

La prima dell'anno in Australia è già alle spalle, adesso per la Formula 1 è il momento di volgere il proprio sguardo al prossimo impegno che vedrà i piloti di scena in Bahrain dove, nel weekend del 31 marzo, si correrà la seconda tappa del mondiale 2019. Una gara che sembra già essere fondamentale per qualcuno dei protagonisti con la Ferrari costretta alla risposta dopo la doppietta Mercedes, le Frecce d'argento con il duello interno Bottas-Hamilton e la Red Bull vogliosa di migliorare il 3° posto di Melbourne ottenuto con Max Verstappen.

Tutti i top team con la stessa strategia

Una gara, quella nel deserto del Bahrain, che dirà molto sulla stagione che verrà: per questo – ancor più che in altri GP – assumono un'importanza capitale le gomme scelte dai piloti che hanno optato tutti per la stessa strategia: come reso noto dalla Pirelli, infatti, i due della Ferrari così come Mercedes e Max Verstappen, vale a dire i top del campionato, hanno optato per 9 treni di Soft (la mescola più morbida del lotto), 3 di Medium e una sola di Hard. A differenziarsi leggermente nella scelta è stato Pierre Gasly con la Red Bull che ha scelto un set di rosse in meno per tenersi aperta una chance con la bianca, qualora fosse costretto a rimontare come successo in Australia.

Chi, invece, ha preferito osare è stata Renault, particolarmente aggressiva in queste prime due prove stagionali: sia Hulkenberg sia Riccardo, infatti, avranno a disposizione 10 treni di Soft con 1 Medium e 2 Hard per l'australiano e viceversa per il tedesco che sembra fidarsi più delle gialle escludendo praticamente la gomma a banda bianca. Scelta simile per Toro Rosso, particolarmente positiva all'esordio di Melbourne mentre correranno in difesa Williams e McLaren, uniche del lotto insieme a presentarsi con sole 8 Soft al via del weekend.