Leclerc durante il GP del Bahrain – LaPresse
in foto: Leclerc durante il GP del Bahrain – LaPresse

Investimenti e successo sono, nella maggior parte, uno la conseguenza dell'altro: la Formula 1, come molti altri sport, non fa certo eccezione tanto che i tre top team – ossia Mercedes, Ferrari e Red Bull – investono circa 500 milioni di euro ciascuno per cercare primeggiare nella categoria. E' questo il risultato evidenziato dallo studio realizzato da Business Sport, agenzia di marketing spagnola creata da Pablo Caramés Rey che collabora con Liberty Media, che ha messo in evidenza come le prime tre scuderie del mondiale abbiano budget di gran lunga superiori al resto del gruppo.

Mercedes è la scuderia che spende di più

In testa agli investimenti c'è la Mercedes, dominatrice assoluta dell'era ibrida, che mette a budget, per ogni annata disputata nella massima categoria del motorsport, ben 483,6 milioni; una cifra superiore a qualunque altro team con la Ferrari che ne spende circa 462,5 e 445 per Red Bull. Cifre che rispecchiano la classifica mondiale, ma che evidenziano il divario piuttosto netto con le altre scuderie: Renault e McLaren, infatti, possono contare su un budget inferiore di circa 200 milioni di euro tanto da non avere neanche in programma di avvicinare i top team e accontentandosi di lottare per la quarta posizione nella classifica costruttori mentre il ruolo di fanalino di coda spetta alla Williams con "appena" 131,6 milioni investiti. Cifre da capogiro che rendono bene l'idea della mole di investimenti necessaria per essere competitivi in Formula 1: dallo studio, infatti, emerge anche come ogni punto alla Mercedes sia costato 687 mila euro, alla Ferrari 753 mila e alla Red Bull 835 mila. Tutte le altre superano il milione di euro a punto, arrivando fino ai 19 milioni per ogni singolo punto conquistato della Williams.

Le due Mercedes davanti a tutti in Australia – Getty images
in foto: Le due Mercedes davanti a tutti in Australia – Getty images

Ferrari la scuderia con il maggior numero di ricavi

Se la scuderia che investe di più – con risultati eccezionali – è la Mercedes, la casa della Stella non può dire lo stesso quando si parla di ricavi: in questo senso, infatti, è la Ferrari la regina grazie anche al bonus per il contributo storico,  – derivato dal fatto di essere l'unico team sempre presente nel mondiale –  e al fascino che esercita la Rossa. La scuderia di Maranello, infatti, avrebbe ricavi per 205 milioni di euro, a fronte dei 177 milioni della Mercedes. Il potere del Cavallino è ancora più evidente nel computo dei ricavi derivanti dagli sponsor: da sola la Ferrari riesce ad incassare 223,8 milioni, decisamente di più rispetto agli 87,6 di Mercedes e ai 74,5 della Red Bull. A chiudere al classifica, in questo caso, non c'è la Williams ma l'Alfa Romeo che non riesce ad arrivare neanche a 20 milioni di euro.