Una giornata decisamente negativa quella vissuta dalla Ferrari che, impegnata nei test a Barcellona, ha visto andare in fumo il programma di lavoro a causa dell‘incidente che ha visto protagonista Sebastian Vettel; il tedesco, infatti, ha perso il controllo della propria monoposto finendo contro le barriere e danneggiando in maniera importante la SF90 tanto che quasi sicuramente i meccanici non riusciranno a rimetterla in pista per consentire a Charles Leclerc di girare nella sessione pomeridiana.

Sebastian Vettel – Ferrari
in foto: Sebastian Vettel – Ferrari

Ferrari a lavoro per individuare il problema sulla SF90

Un guasto meccanico, come reso noto dalla stessa scuderia italiana, quello che ha portato Vettel all'impatto con le barriere, ma resta ancora da chiarire quale sia il componente che ha causato l'incidente nel quale il tedesco, fortunatamente, non ha riportato nessun danno. E' proprio il quattro volte campione del mondo, in conferenza stampa, ad ammettere di lavorare con la squadra per scoprire l'esatta dinamica che l'ha portato a finire fuori pista danneggiando la Rossa.

Non sappiamo ancora molto, stavo andando in curva 3 ed è successo qualcosa nella parte sinistra della vettura non lasciandomi più alcuna possibilità. Non c'era nulla che potessi fare per evitare l'impatto, non avevo più il controllo; ho solo cercato di frenare per ridurre la velocità di impatto – ha spiegato in conferenza stampa il pilota della Ferrari -. Ovviamente, dopo l'impatto, l'auto è stata danneggiata in modo tale da rendere difficile la ricostruzione di ciò che era accadendo prima, ma stiamo cercando di capire cosa sia successo, dobbiamo valutare bene cosa sia accaduto e lo stiamo già facendo sia qui che a Maranello.

Il rapporto con Leclerc e il punto sugli avversari

Un contrattempo, quello capitato a Vettel, che limita l'attività della scuderia italiana, ma che non cancella quanto di buono fatto vedere dalla SF90 in queste primissime uscite stagionali: "Stiamo esplorando molte cose, ma il feeling con la macchina è buono e nel complesso stiamo andando bene. Stiamo facendo bene, abbiamo capito molte cose fin dal primo giorno e l’ultima settimana è stata molto produttiva. Leclerc e io ci stiamo scambiando informazioni su come far progredire la macchina. Differenze con Kimi? Charles parla un po’ di più e guida anche in maniera differente" è stato il commento del tedesco. Il mondiale che partirà il prossimo 17 marzo sarà molto equilibrato e il quattro volte campione ha già le idee abbastanza chiare sugli avversari: "La Red Bull sta andando forte, risultando costante e affidabile. Sta andando bene anche l’Alfa Romeo, che potrebbe rappresentare la sorpresa di questa stagione. La Mercedes invece è difficile da giudicare. In alcuni run stanno andando bene, in altri meno" ha concluso.